Quantcast

Elezioni Canegrate 2022: la città a misura di giovani per i due candidati alla poltrona di sindaco

Dopo il confronto pubblico, che si terra martedì 7 giugno concluderemo il nostro "virtual- dibattito Modica vs Matteucci" con l’ultimo degli argomenti previsti: lo sport

elezioni a canegrate 2022

Domenica 12 giugno si voterà per il referendum popolare abrogativo, riguardante la giustizia. Nello stesso giorno i cittadini di circa 977 comuni, fra questi i canegratesi, si recheranno alle urne per il rinnovo delle rispettive giunte comunali. Ad pocomeno d’una settimana dall’appuntamento con le urne, dopo i confronti sul sociale, l’ambiente e la sicurezza abbiamo posto ai due candidati sindaco tre domande concernenti le politiche giovanili. I due contendenti alla fascia tricolore hanno dato un quadro chiaro di quale sia la loro strategia per far sì che Canegrate diventi sempre più a “misura di giovani”.

Ormai si sà la pandemia ha acutizzato ed evidenziato il disagio giovanile. A fronte di ciò, quali strategie si potrebbero attuare per arginare questo fenomeno? «La pandemia, unita alla didattica a distanza e all’isolamento forzato, ha acuito forme di disagio che hanno in particolare colpito i nostri adolescenti. I dati mostrano, tra l’altro, un preoccupante aumento dei disturbi alimentari – afferma Matteo Matteucci rappresentante della lista ‘Canegrate nel cuore’  -. Da un lato è necessaria la riscoperta della socialità e dello stare insieme, dall’altro sicuramente, anche in collaborazione con il mondo della scuola, prevedere la presenza fissa di uno psicologo dedicato ai ragazzi e attivare progetti legati alla partecipazione e all’inclusione sociale». Quali azioni si possono mettere in campo per favorire e migliorare la socialità e il confronto sul territorio canegratese? Secondo Matteucci del centrodestra, che vorrebbe far diventare ‘Canegrate un paese per giovani’ «Sarà necessario coordinarsi maggiormente anche con gli enti superiori, partecipando per esempio ai bandi messi in campo da Regione Lombardia finalizzati al contrasto del disagio giovanile. Per entrare nel concreto a livello locale vogliamo stimolare le attività culturali, musicali e teatrali dedicate ai giovani, con progetti specifici, anche con concorsi mirati. Questo immaginando un percorso di partenariato con le attività commerciali e industriali locali».

Il 2022 è l’anno europeo dei giovani. In tutta Italia come in Europa si sono messe in atto diverse iniziative d’aiuto finanziario, ascolto, informazione ed anche svago. Per permettere a tutti di accedere a tutte le iniziative è necessario anche l’impegno delle amministrazioni locali. Canegrate cosa potrebbe fare per aiutare i suoi giovani ad approfittare di tutti i vantaggi che le politiche giovanili nazionali ed europee stanno mettendo in campo? «È un anno particolare perché i giovani sono chiamati a rilanciare il nostro futuro. I giovani vanno aiutati e sostenuti in varie fasi della loro vita: non solo studentesca ma anche a livello di orientamento lavorativo – spiega Matteucci -. Rispetto a quanto fatto fino ad oggi si dovrà quindi mettere sempre più in rete le realtà sociali e associative già presenti con grande spirito di collaborazione, facendo altresì partecipare i nostri ragazzi al forum di discussione previsto in sede regionale con la Legge sui Giovani e ad altre opportunità che possano fare conoscere i nostri talenti».

Mentre il candidato sindaco Matteo Modica vicesindaco uscente sostenuto dalla lista ‘Canegrate insieme’, con un unica risposta ha dato la sua visione di quello che saranno le politiche per giovani canegratesi. «I giovani non sono tutti uguali, non hanno tutti le stesse esigenze, non vivono tutti le medesime situazioni. Il Comune dovrà essere quindi in grado di raccogliere i bisogni dei ragazzi ed interpretarli. Non crediamo nei programmi con le iniziative “per i giovani” precostituite. Favoriremo e stimoleremo quindi la creazione di luoghi e spazi di protagonismo giovanile, mettendo a disposizione strutture e/o favorendo l’incontro tra chi ha dello spazio e chi ha “voglia di fare”. Due interessanti realtà culturali di giovani, come Ul Caminett e Gli Spaesati, nascono proprio da esperienze spontanee; l’intento è quello di fornire sostegno e supporto burocratico, logistico ed economico per la loro attività. Non dimentichiamo poi l’importante ruolo di aggregatore svolto dall’Oratorio, con il quale intendiamo continuare a collaborare. Così facendo possiamo moltiplicare i punti d’incontro, confronto e scambio, non necessariamente istituzionalizzati e precostituiti».

Per Modica risulta importante valorizzare gli spazi pubblici, punti di incontro e di aggregazione «Crediamo anche, però, nella necessità di luoghi e spazi pubblici che diano ai ragazzi, ad esempio: la possibilità di fare sport in spazi moderni e sicuri, anche incentivando nuove aree attrezzate; di studiare e conoscere, a questo scopo intendiamo riprendere e valorizzare il progetto delle aule studio diffuse. In questa direzione anche l’impegno a istituite borse di studio per studenti meritevoli e premi per tesi di laurea. Confermato anche l’impegno verso il Servizio Civile e la disponibilità ad accogliere i giovani impegnati nell’alternanza scuola-lavoro. Intendiamo poi confermare e rafforzare gli strumenti di sostegno alle giovani coppie e alle giovani famiglie, come l’asilo nido. Molte di queste proposte, così come altre, potranno funzionare se il Comune avrà la capacità di lavorare in rete con i comuni limitrofi, il Piano di Zona, entità private ed Enti superiori per raccogliere le necessarie risorse economiche. In questo senso negli anni scorsi abbiamo saputo intercettare interessanti finanziamenti, che continueremo a ricercare, con particolare attenzione alla possibile giovane imprenditoria, sfruttando anche il nuovo distretto del commercio di recente istituzione»

Dopo il confronto pubblico, che si terra martedì 7 giugno alle 21 nel Auditorium San Luigi di Canegrate, concluderemo il nostro “virtual- dibattito Modica vs Matteucci” con l’ultimo degli argomenti previsti: lo sport.

Elezioni a Canegrate: i candidati Modica e Matteucci svelano le loro squadre

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore