Quantcast

“Chiedimi come sto”, Cgil presenta l’indagine sulla salute degli studenti al tempo della pandemia

Nove studenti italiani su dieci manifestano un forte disagio psicologico e importanti criticità sulla loro salute mentale a seguito della pandemia

Generica 2020

“Chiedimi come sto”. Cgil Lombardia presenta l’indagine nazionale sulla salute degli studenti al tempo della pandemia. L’indagine è promossa da Rete studenti medi, Udu, Spi Cgil nazionale e curata da Ires. Appuntamento a Milano martedì 12 luglio alle 9.30.

Ansia, paura, stress, preoccupazione per il futuro, aumento dei disturbi alimentari e degli episodi di autolesionismo. Nove studenti italiani su dieci manifestano un forte disagio psicologico e importanti criticità sulla loro salute mentale a seguito della pandemia. È quanto emerge dall’indagine “Chiedimi come sto” promossa dalla Rete degli studenti medi, da Udu – Unione degli universitari e dal sindacato dei pensionati Spi Cgil e condotta dall’Istituto di ricerca Ires dell’Emilia Romagna.

Alla presentazione interverranno: Davide Dazzi, ricercatore Ires Emilia Romagna, Andrea Filippi, segretario FP CGIL Medici, Leonardo Mendolicchio, responsabile UO Riabilitazione dei Disturbi Alimentari e della Nutrizione – Auxologico Piancavallo, Ivan Pedretti, segretario generale SPI CGIL, Alessandro Pagano, segretario Generale CGIL Lombardia, Camilla Piredda, UDU Nazionale, Tommaso Biancuzzi, coordinatore nazionale Rete degli studenti medi. Sono previsti gli interventi di docenti e operatori sociali. Modera Monica Vangi, segretaria Cgil Lombardia. Clicca qui per consultare la locandina dell’evento. 

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore