Quantcast

Scuola, a Legnano 33 posti di sostegno ancora da coprire

A un mese dall'inizio delle lezioni nella Provincia di Milano sono ancora migliaia le cattedre da coprire, e le carenze maggiori riguardano i posti di sostegno

insegnante

A un mese dall’inizio delle lezioni nella Provincia di Milano sono ancora migliaia le cattedre da coprire, e le carenze maggiori riguardano i posti di sostegno. A denunciare questa situazione non più procrastinabile anche a Legnano e nel territorio del Legnanese è il sindacalista Pippo Frisone della Cgil scuola Legnano: «Le GPS, cosi vengono chiamate le graduatorie provinciali, hanno mostrato diversi limiti ed anomalie di sistema – spiega il sindacalista – Errori nei punteggi ma anche nella fase di compilazione delle domande se ne sono contati a migliaia. Nella sola Milano sono stati circa 4mila i reclami presentati  su 112mila domande. 10mila i posti comuni e di sostegno da coprire».

«Dopo aver esaminato i reclami solo il 26 settembre, l’AT di Milano – riferisce Frisone – ha ripubblicato la graduatoria provinciale definitiva, nel frattempo le uniche nomine  sono state effettuate da quel che rimaneva delle GAE. In particolare sulla scuola dell’infanzia e alcune cl. concorso della secondaria, visto che le GAE della primaria erano risultare esaurite.

Tra  reclami e diffide sindacali, solo nelle ultime due settimane si è cominciato a nominare dalle GPS rettificate. Il ritardo e la quantità dei posti da coprire ha messo in allarme non solo i sindacati ma anche i sindaci e anche gli stessi partiti della maggioranza.  Dopo che sono state annunciate interrogazioni parlamentari su disfunzioni e ritardi dell’AT di Milano, la ministra Azzolina si è decisa di mandare ben tre ispettori, commissariando di fatto l’AT di Milano  e cercare di sbloccare la situazione delle nomine.

Intanto dalle GPS si cercava di coprire tutti i posti comuni d’ogni ordine e grado, compresi i posti di sostegno dei precari triennalisti. Operazione in via di conclusione, per lasciare il posto all’ultima, quella più complessa, delle graduatorie incrociate per coprire ancora alcune migliaia di posti di sostegno rimasti scoperti. Intanto, fino a lunedi 12 ottobre ci si registra sulla piattaforma Sigeco che sovrintende alle operazioni di nomina».

Anche a Legnano sono rimasti decine di posti  di sostegno ancora da coprire: «Al  Bernocchi – comunica il sindacato – ne mancano undici, al Dell’Acqua sei, all’ IC Manzoni uno, all’ IC Bonvesin sei, all’ IC Carducci due e all’ IC Salici sette. E col sostegno si chiude soltanto il primo tempo delle GPS. Adesso la parola passa alle scuole che faranno le verifiche dei punteggi e delle autocertificazioni. Prevedendo che non tutti gli errori sono stati rettificati, assisteremo ancora una volta all’eterno avvicendarsi di supplenti sulle cattedre. Un vulnus che rimane  – conclude Frisone – e che nemmeno la tanto sbandierata digitalizzazione delle supplenze è riuscita a debellare».

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 12 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore