Quantcast

Salgono i numeri di accesso al Pronto soccorso di Legnano: raggiunta quota 200 al giorno

Con 200 accessi al giorno il pronto soccorso di Legnano è tornato ai ritmi pre pandemia, ma adesso l'organico è presente in misura minore ed è più provato

Ospedale legnano

Con 200 accessi al giorno il pronto soccorso di Legnano è tornato ai ritmi pre-pandemia e, purtroppo, adesso l’organico è in numero minore e più provato. Il problema non è una novità, non a caso è stato più volte segnalato dagli stessi sindacalisti. Di fatto, è una criticità che non appartiene solo a Legnano, ma si può trovare in tutte le strutture lombarde, in quanto, è causata dalla carenza di personale registrata in tutto il Paese.

Per quanto riguarda la struttura di via Papa Giovanni, dal mese di maggio il triage dell’Ospedale di Legnano continua a registrare una impennata di numeri: nel mese di gennaio erano 150 gli accessi al giorno. La soglia dei 200 era stata sfiorata nell’ottobre del 2021 anche a causa della pandemia.

L’attuale incremento è possibile notarlo aprendo semplicemente l’app dell’Ats Milano “Salutile”: l’indicatore resta sulla soglia rossa tra “Affollato” e “Sovraffollato” con una media di 50 pazienti in trattamento. Se va bene, si registrano solo tre codici rossi (come giovedì 30 giugno), altrimenti si viaggia sulla decina. Quello di Legnano è sempre considerato un pronto soccorso di emergenza-urgenza al quale si rivolge un bacino d’utenza importante: i pazienti infatti arrivano anche da Busto, Gallarate e Saronno. Si tratta di casi complessi come quello accaduto nei giorni scorsi in una attività in via Novara a Legnano dove un lavoratore è rimasto schiacciato.

In questo contesto, medici e infermieri non hanno ancora smesso di porre attenzione sul fronte Covid-19. Un fronte da non sottovalutare anche se meno grave. «Da Regione e Governo – affermano i sindacati – non c’è alcun segnale positivo che faccia ben sperare: si continua a chiedere sacrifici al personale, ma non vediamo azioni utili a migliorare la situazione. Il nostro grido di dolore c’è e si fa sempre più sentire».

La mancanza di personale non si registra solo nel pronto soccorso, ma un po’ in tutti i reparti. È recente la notizia, infatti, che a causa della richiesta sempre più diffusa sul fronte della chirurgia della mano l’azienda sanitaria si è dovuta rivolgere al privato.

Manca personale alla chirurgia della mano, l’Asst Milano Ovest chiede aiuto al privato

Gea Somazzi
gea.somazzi@legnanonews.com
Noi di LegnanoNews abbiamo a cuore l'informazione del nostro territorio e cerchiamo di essere sempre in prima linea per informarvi in modo puntuale.
Pubblicato il 30 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore