Quantcast

Sicurezza sul lavoro, Cgil Legnano: «Sindacati e Confindustria a confronto per un progetto di prevenzione»

Mario Principe segretario della Cgil Ticino Olona, dopo gli ultimi incidenti, è intervenuto sul tema della sicurezza del lavoro: «Non si può più aspettare, bisogna ricostruire una cultura della sicurezza»

Mario Principe

«Ancora una volta, siamo costretti a segnalare il numero di incidenti sul posto di lavoro. Sono addirittura 3 negli ultimi giorni tra Nerviano Parabiago e Canegrate. Un vero periodo nero». Così Mario Principe segretario della Cgil Ticino Olona interviene dopo l’ultimo incidente sul lavoro registrato sul territorio dell’Alto Milanese. «Lavorare è necessario per vivere  – afferma il sindacalista -, dovrebbe esserlo altrettanto la garanzia all’incolumità per tutti. Purtroppo non è così oggi. come non lo è stato in passato. Paghiamo ancora la mancanza di una cultura generale della sicurezza a tutti i livelli».

Il segretario della Cgil ritorna sul tema della cultura della sicurezza, necessaria per prevenire questo fenomeno: «Non si può più aspettare. Bisogna ricostruire una cultura della sicurezza che dovrebbe essere la base dalla quale partire. E’ necessaria una comune percezione di certi valori come punto di riferimento per qualsiasi attività svolta in ambito lavorativo. Oggi, purtroppo e invece, troppo spesso le norme a tutela della salute e sicurezza vengono considerate inutili orpelli, lussi che non ci si può permettere». Secondo Principe, nel contempo, mancano controlli continui e selettivi nelle aziende, una mancanza dovuta «alla carenza di organico e di risorse. Auspichiamo quindi che nel breve periodo ci sia il tanto promesso aumento degli ispettori del lavoro e l’aumento del personale dell’Arma dei Carabinieri dedicato alle attività di vigilanza sull’applicazione delle norme in materia di diritto del lavoro, legislazione sociale e sicurezza sui luoghi di lavoro».

A fronte di ciò appare evidente che serve una «energica azione di prevenzione, con applicazione severa delle prescrizioni, dei dispositivi di sicurezza e della formazione per garantire la sicurezza». Proprio per questo, come segnala Principe, è stato aperto un confronto con Confindustria Alto Milanese insieme ai sindacati di UIL e CISL, l’obiettivo è «condividere un progetto di prevenzione facendo leva sulla cultura della sicurezza, vedremo quali saranno gli sviluppi del confronto, nei prossimi giorni».

Gea Somazzi
gea.somazzi@legnanonews.com
Noi di LegnanoNews abbiamo a cuore l'informazione del nostro territorio e cerchiamo di essere sempre in prima linea per informarvi in modo puntuale.
Pubblicato il 23 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore