Quantcast

“Il Palio di Legnano con la pista al Castello diventerà il Palio d’Italia”

Si riparla di portare sfilata e corsa al Castello. Il progetto torna d'attualità con la Fondazione e questa volta sostenuto dalla amministrazione comunale. I numeri di domenica scorsa

Castello di Legnano

Non è stata la solita conferenza stampa del dopo-Palio. Quella di stasera, la nostra speranza, potrebbe essere stata in effetti una tappa fondamentale verso un progetto tanto chiacchierato, quanto rimasto sempre sulla carta: il Castello visconteo sede del Palio di Legnano.

Galleria fotografica

Palio di Legnano - La Fondazione tira il bilancio dell'evento con la reggenza di San Magno 4 di 12

L’annuncio rimasto prima nascosto nelle frasi in politichese del sindaco Lorenzo Radice è arrivato in maniera più chiara dalla presidente della Fondazione, Maria Pia Garavaglia. Tutto questo conseguenza di un altro annuncio, quello di lanciare l‘idea di un Palio di Legnano destinato a diventare… il Palio d’Italia.

«Tutti i nostri ospiti presenti domenica alla festa – così il sindaco Radice – hanno manifestato apprezzamenti e intuito la portata nazionale della celebrazione storica alla base del nostro Palio. Con la Fondazione il progetto di elevarlo a Palio d’Italia ci sta tutto».

Da qui l’obbligo di uscire dalle mura di uno stadio per una sede adeguata al salto di qualità. La presidente Garavaglia ha pronunciato la frase che tutti volevano sentire: «Il Castello è la meta».

Se la Fondazione è riuscita, pur sempre con la collaborazione degli uffici comunali, a organizzare in poco meno di tre mesi questa edizione del Palio, perchè non pensare che in un anno non riesca a fare un altro miracolo? Abbiamo spesso sentito l’annuncio di un simile progetto (l’ultimo era stato l’Arena con gran maestro Alberto Oldrini) e abbiamo sperato nella sua esecuzione. Oggi, la speranza viene rinnovata con convinzione, perchè c’è anche una amministrazione comunale pronta a sostenerlo. I prossimi mesi ci diranno già qualcosa di più preciso.

Palio di Legnano - La Fondazione tira il bilancio dell'evento con la reggenza di San Magno

La serata è stata anche la festa della contrada San Magno, nobile non solo di nome ma anche di fatto per come ha gestito la felicità di questa vittoria. Dalle parole del gran priore Giuseppe Scarpa e del capitano Alessandro Zanovello la gioia del trionfo è emersa con semplicità e discrezione. L’applauso è apparso oltremodo meritato.

Due numeri. Se alla Provaccia i paganti sono stati 4.100, al Palio il numero è raddoppiato: 8.000 presenze per un incasso di 175mila euro. Domenica scorsa, sono stati accreditati 105 operatori della comunicazione. La trasmissione televisiva è stata vista da 268.543 spettatori. Alla Fondazione risulta che la diretta streaming delle testate partners sia stata vista complessivamente da 75.966 utenti. Ricordiamo che la nostra diretta ha raccolto questi dati: Youtube 34.921 , Facebook 21.002 per un totale di 55.923 visualizzazioni. A queste vanno aggiunte più di 20mila visualizzazioni per la diretta Facebook del corteo e dei festeggiamenti di San Magno.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Maggio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Palio di Legnano - La Fondazione tira il bilancio dell'evento con la reggenza di San Magno 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore