Quantcast

Tra challenge e solidarietà, la contrada Legnarello sogna il ritorno alla normalità

Alla vigilia della festa di contrada, il gran priore di Legnarello lancia un messaggio di ottimismo e di speranza

Contrada Legnarello in pandemia

Prosegue il nostro viaggio, con il prezioso contributo di Serena Vicidomini, nelle contrade del Palio di Legnano in questa emergenza sanitaria che ha costretto i contradaioli a stare lontani dai manieri e a cercare nuove attività “a distanza” per recuperare una parte di quella socialità perduta, sempre nel rispetto delle normative covid.

Galleria fotografica

Contrada Legnarello in pandemia 4 di 8

La contrada Legnarello è dal primo lockdown impegnata a  restare vicina ai cittadini: «La nostra prima mossa è stata regalare ai contradaioli la mascherina personalizzata – spiega il gran priore Roberto Guidi –, abbiamo anche giocato con i bambini attraverso iniziative sul web e il nostro giornalino online è stato di compagnia per molti. A maggio sui social abbiamo lanciato la “31day Challenge del Sole”, in cui le persone dovevano postare ricordi sul tema della giornata, come la cena del fantino, la Provaccia e la sfilata. Non è stato per niente facile, ma volevamo tenerci in contatto in qualche modo. Mi ricordo quanto fosse stressante non riuscire a trovare posto a sedere alle cene in maniero, ma ora prego solo di poter tornare a quei tempi»

I contradaioli hanno incentivato e supportato l’iniziativa dei pasti delivery che, oltre ad essere un piacevole cambio di routine, permette di aiutare i commercianti locali: «Per svolgere questo è stato necessario l’aiuto di un gruppo di ragazzi che, seguendo le normative sulla sicurezza, hanno consegnato a domicilio le cene e i pranzi – aggiunge il gran priore –. Non ci aspettavamo una tale partecipazione».

Insieme alle altre contrade, Legnarello ha sostenuto una raccolta fondi per l’ospedale di Legnano e ha promosso la spesa solidale. I giallorossi hanno partecipato anche alla distribuzione di alimenti alla casa della carità della parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù, ma Guidi ritiene che «la solidarietà debba essere anche silenziosa e per questo il nostro aiuto agli enti del territorio non è mai mancato».

Come si sta organizzando la contrada per il futuro? «Per ora l’obiettivo è la Festa della Candelora – risponde il gran priore – che si terrà domenica 7 febbraio. La celebrazione sarà anticipata dalla tradizionale cena con polenta e brusciti che quest’anno verrà consegnata a domicilio. Vorrei riuscire a regalare un sorriso a tutti quelli che amano le contrade e la loro storia. Tutti noi abbiamo una grossa responsabilità verso la cittadinanza, dobbiamo sostenere Legnano e i suoi abitanti con tutti i mezzi possibili. Tutti insieme possiamo ripartire. E state certi che a settembre si parlerà di Palio»

La contrada di Legnarello si prepara alla Festa della Candelora, ecco il programma

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Contrada Legnarello in pandemia 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore