Quantcast

App di contrada e Facebook, San Martino potenzia i social e i valori di amicizia e rispetto

Per aiutare il territorio e restare uniti, i biancoblu pubblicheranno a fine marzo il primo volume del trimestrale “In Galvagno” che, oltre a parlare della vita del rione, è un’opportunità per i commercianti di farsi conoscere

Contrada San Martino e pandemia

Siamo arrivati ad un’altra tappa del nostro viaggio, con il prezioso contributo di Serena Vicidomini, nelle contrade del Palio di Legnano in questa emergenza sanitaria che ha costretto i contradaioli a stare lontani dai manieri e a cercare nuove attività “a distanza” per recuperare una parte di quella socialità perduta, sempre nel rispetto delle normative covid.

Galleria fotografica

Contrada San Martino e pandemia 4 di 9

Quale miglior modo di far sentire il proprio sostegno e presenza ai contradaioli se non creando l’app di contrada? San Martino, infatti, ha pensato a questo canale innovativo per comunicare più velocemente iniziative e informazioni. «Andava svecchiato il sistema – spiega il gran priore Cristiana Moretti –, usiamo molto i social, soprattutto Facebook, su cui abbiamo promosso un corso di fitness, che arriverà in maniero appena potremo, e i quizzoni sul palio di Legnano e i suoi “fratelli” di tutta Italia”».

San Martino ha promosso le conferenze online e gratuite, tenute dal professor Alessio Francesco Palmieri-Marinoni e organizzate dall’Associazione Cintamani Pordenone in collaborazione con la Fondazione Arte della Seta Lisio, che hanno indagato le relazioni tra Oriente e Occidente dal Medioevo al primo Novecento, tra costume, moda e costume teatrale.

Per aiutare il territorio e restare uniti, i biancoblu pubblicheranno a fine marzo il primo volume del trimestrale “In Galvagno” che, oltre a parlare della vita del rione, è un’opportunità per i commercianti di raccontare la propria storia e di farsi conoscere. A novembre si sarebbe dovuta svolgere l’investitura, ma a causa delle restrizioni pandemiche non si è potuta svolgere come da tradizione. San Martino ha quindi festeggiato con un pranzo a domicilio preparato dall’agriturismo gestito da un contradaiolo. L’evento, che ha raggiunto il tutto esaurito, è stato preceduto da un intervento live di auguri con tutta la reggenza.

«L’iniziativa del delivery è stata talmente apprezzata – aggiunge Moretti – che abbiamo deciso di riproporla per Natale. Con il pranzo sono state regalate decorazioni natalizie realizzate dai ragazzi della cooperativa sociale onlus “La Ruota”, che opera a favore di minori, disabili e prima infanzia». In aiuto alla comunità anche San Martino ha collaborato alla Spesa solidale e ha donato duemila mascherine alle RSA Il Palio Legnano e Sant’Erasmo Legnano. Inoltre, ha recentemente aperto e non ancora chiuso una raccolta fondi per contribuire alla ricerca dell’associazione LILT contro il tumore al seno.

«È stato pesante saltare il palio l’anno scorso ma rimane impensabile farlo a maggio. Dobbiamo dare retta ai dati pandemici e la soluzione migliore resta quella di spostarlo. Non possiamo permetterci di rimandarlo anche nel 2021. Le contrade hanno bisogno del palio, Legnano ha bisogno del palio». Fondamentale per la contrada restano però al di là della corsa e della sfilata i valori di «amicizia, diversità e tolleranza». «La nostra nuova reggenza (Davide Barone capitano, affiancato da Francesca Genoni castellana, ndr) proprio per questo – conclude il gran priore – vuole dare più spazio ai soci. C’è bisogno di contatto umano e di confronto. È vero che abbiamo un approccio più innovativo sui social, ma per quanto riguarda i rapporti umani vorremo tornare ai tempi in cui non c’era questo distacco emotivo e il rispetto reciproco era indispensabile».

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Contrada San Martino e pandemia 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore