Quantcast

Il Legnanese fa squadra per tutelare il fiume Olona

I Comuni di San Vittore Olona, Parabiago, Canegrate e Nerviano appoggiano la mozione votata all'unanimità dal consiglio comunale di Legnano per tutelare il fiume

fiume olona

Il Legnanese fa squadra per tutelare il fiume Olona, dove solo qualche settimana fa per l’ennesima volta c’era stata una “strage” di pesci causata dalla fuoriuscita di liquami dal depuratore di Canegrate a seguito di un afflusso importante d’acqua che aveva fatto scattare l’apertura dei bypass, con il risultato chem nonostante i parametri dei liquami sversati nei limiti consentiti, con l’Olona in secca la concentrazione era risultata troppo alta, al punto da provocare il danno ambientale.

Proprio in questo ennesimo episodio ai danni del fiume affonda le radici la mozione approvata nei giorni scorsi dal consiglio comunale di Legnano su proposta del Movimento dei Cittadini, attraverso la quale Palazzo Malinverni si è impegnato a «richiedere alla Regione Lombardia che Arpa, nelle sue sedi competenti per il controllo dell’ Olona, venga dotata di risorse, di strumentazioni e di personale in misura adeguata a garantire tempestivi interventi ed efficaci indagini», a «prendere contatto con le vicine amministrazioni comunali del territorio attraversato dall’Olona per promuovere un’efficace sorveglianza del fiume e un pronto intervento per assicurare i necessari accertamenti e le prime indagini» e a «coinvolgere in questa promozione la Regione, le sedi di Arpa di Varese e di Milano e i Carabinieri Forestali».

E da lì la mozione ha trovato sponda anche negli altri comuni lambiti dall’Olona. A partire da Canegrate, dove il sindaco Matteo Modica si è già impegnato a portare tra i banchi del consiglio un analogo provvedimento. «La nostra amministrazione è da anni attenta al fiume Olona e alle sue problematiche, alcune delle quali hanno direttamente coinvolto la porzione di Canegrate attraversata dal corso d’acqua – ha sottolineato il primo cittadino -. Apprezzando e condividendo i contenuti della mozione, che impegna concretamente le istituzioni comunali nel sollecitare Regione Lombardia, Arpa ed i Carabinieri Forestali, ne sottoscrivo fin da ora i contenuti, impegnandomi a riproporla anche all’attenzione del consiglio comunale di Canegrate nella prima seduta utile, a settembre, per la sua approvazione. Sarà l’occasione per dimostrare, con un gesto concreto ed importante, il sostegno, l’impegno e la collaborazione del comune di Canegrate con tutti coloro che hanno interesse per la salvaguardia e la tutela del fiume Olona».

Anche Nerviano ha risposto presente alla chiamata, con il sindaco Daniela Colombo che ha garantito tutto il suo sostegno all’iniziativa. «La comunità di Nerviano è particolarmente interessata alle condizioni del fiume Olona, non solo perché attraversa il nostro centro abitato ma anche perché rappresenta un bene da preservare e proteggere con grande responsabilità a prescindere dalla collocazione geografica – sono state le parole della prima cittadina -. Pertanto accolgo con favore la mozione approvata dal consiglio comunale di Legnano e mi rendo disponibile a incontrare il sindaco Radice e gli altri sindaci dei territori attraversati dal fiume per concordare le azioni comuni indicate nella mozione e finalizzate alla tutela del fiume e alla prevenzione del suo inquinamento».

pesci vivi olona

Mano tesa anche da Parabiago, con Piazza della Vittoria che ha garantito appoggio alla Città del Carroccio per proteggere il corso d’acqua. «Da sempre la nostra amministrazione é attenta ad intervenire per mantenere in buona salute il fiume Olona attraverso politiche ambientali e interventi spesso impegnativi, ma il fiume non attraversa solo Parabiago, l’Olona è un bene di tutti – ha ribadito il sindaco Raffaele Cucchi -. Ben venga allora questa iniziativa che torna a rilanciare una  visione di insieme sovracomunale che mira alla salvaguardia del territorio. Ci rendiamo, quindi, disponibili a collaborare con il comune di Legnano per sostenere azioni di intervento a protezione del fiume e contro gli avvelenamenti delle acque».

Semaforo verde infine da San Vittore Olona, con la prima cittadina Daniela Rossi che ha assicurato «la massima collaborazione e disponibilità per raggiungere l’obiettivo comune di tutela del fiume». «Nel programma elettorale della lista della società civile “Civicamente- Daniela Maria Rossi sindaco” un capitolo è stato dedicato proprio al tema Olona per sottolineare l’importanza di un cambio di rotta nei confronti di questo corso d’acqua che diventa, troppo spesso, una “fognatura a cielo aperto” – ha sottolineato il sindaco -. Gli enti preposti devono essere coinvolti e sollecitati per garantire che i parametri previsti dalla legge siano rispettati e che episodi come quelli recentemente accaduti siano scongiurati».

Legnano capofila sul territorio nella tutela e in una azione di pronto intervento a favore dell’Olona

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore