Quantcast

San Giorgio punta sul PNRR per l’ex municipio di via Gerli

Grazie ad un finanziamento dal PNRR, l'ex municipio potrebbe trasformarsi in una "Casa delle Associazioni" con 4 sale a disposizione dei cittadini

vecchio municipio via gerli san giorgio

Nuova vita in vista per l’ex municipio di via Gerli a San Giorgio su Legnano. In disuso da ormai una trentina di anni, l’edificio che fino a qualche decennio fa è stato il fulcro della vita politica e amministrativa del paese, dopo essere tornato a più riprese al centro del dibattito cittadino, è ora pronto a “rinascere” grazie ai fondi del PNRR che potrebbero arrivare nelle casse comunali e ad aprire le porte alle associazioni del paese.

Il progetto per riqualificare l’immobile, nato sulle ceneri di quello che aveva previsto di trasformare la struttura in una scuola dell’infanzia, era stato inizialmente inserito nella maxi proposta da più di 100 milioni di euro che aveva impegnato ad inizio anno i comuni dell’Alto Milanese nella predisposizione di piani urbani integrati da presentare alla città metropolitana di Milano, alla quale proprio il PNRR, nell’ambito dell’apposita linea progettuale, ha assegnato risorse per quasi 280 milioni.

Se arriveranno i fondi del PNRR, l’ex municipio di via Gerli con una spesa complessiva di 850mila euro si trasformerà in una “Casa delle Associazioni” con quattro sale indipendenti di circa 70 metri quadri dotate di servizi, due al piano terra e due al primo piano: spazi che saranno dedicati alla socialità, coinvolgendo le associazioni in primis ma anche i cittadini, soprattutto i più giovani.

«Su questo vecchio edificio, salvaguardato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, si sono fatte varie ipotesi di utilizzo e ristrutturazione, ma nulla era mai decollato per mancanza di fondi sufficienti a questa operazione di riqualificazione – spiega il sindaco Walter Cecchin -. Anch’io personalmente in varie occasioni ho sostenuto che in questo stato non serve a nulla e avrei preferito l’abbattimento, ma questo era impossibile perché tutelato dalla Soprintendenza. Dopo una lunga attesa, attraverso i fondi del PNRR è arrivato finalmente l’occasione per ridare nuovamente vita a questo edificio mettendolo a disposizione della comunità sangiorgese».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore