Quantcast

Teva di Nerviano, a marzo nuovo incontro in Regione, sindacati: «Siamo in attesa di capire il futuro»

Il prossimo mercoledì 2 marzo è previsto un nuovo incontro in Regione fra i rappresentanti della multinazionale e le parti sindacali. La proprietà ha annunciato alcune trattative in corso per cedere l'attività

Gruppo Teva - Alessandro Sestieri Cigil

Tutti in attesa di capire quale sarà il futuro della Teva di Nerviano, tra le più importanti aziende farmaceutiche presenti in Italia. È trascorso quasi un anno da quando la multinazionale israeliana ha annunciato ai suoi 350 lavoratori di voler chiudere il punto produttivo nervianese. Così, dopo diverse proteste, incontri al Ministero e in Regione la situazione sembra ancora appesa ad un filo. La proprietà ha annunciato di avere alcune trattative in corso con pretendenti che sarebbero pronti a rilevare il sito di Nerviano. Ma al momento, come sottolinea Francesco Restieri segretario della Filctem Cigil Ticino Olona, «ancora tutto tace».

Mercoledì 2 marzo è previsto un nuovo incontro in Regione fra i rappresentanti della multinazionale e le parti sindacali. In questa occasione i lavoratori potrebbero manifestare davanti a palazzo  Regione Lombardia: «La speranza è quella di avere qualche buona notizia, anche se sappiamo che quando sono in corso trattative ci vuole pazienza e tempo. L’unica cosa importante in questo momento è quella di poter dare continuità e tutele ai lavoratori».

Nel frattempo alcuni lavoratori (circa una cinquantina) sono riusciti a trovare una nuova collocazione. Vicenda, secondo Restieri, che comporta «situazioni di tensione tra i dipendenti in quanto il carico di lavoro aumenta, così come la preoccupazione per il futuro». Se, dopo il prossimo incontro in Regione, non emergeranno novità «ci organizzeremo, con i lavoratori, per mettere in campo altre azioni di protesta per continuare a chiedere maggiori tutele e un posto di lavoro certo».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore