Quantcast

San Giorgio, dopo i danni provocati dal nubifragio il comune riapre i battenti

Il nubifragio aveva provocato diversi crolli nei controsoffiti del municipio di San Giorgio, che lunedì 20 settembre è rimasto chiuso per la messa in sicurezza

il comune di san giorgio riapre dopo il nubifragio

Riapre al pubblico il comune di San Giorgio su Legnano dopo una giornata passata a fare i conti con i danni che si è lasciato alle spalle il violento nubifragio che si è abbattuto sul Legnanese nella tarda mattinata e nel primo pomeriggio di domenica 19 settembre. La bomba d’acqua era stata particolarmente inclemente con il municipio del paese, dove a causa delle fortissime precipitazioni si erano verificati diversi crolli a carico dei controsoffitti negli uffici e nei corridoi del piano superiore, costringendo il comune alla chiusura nella giornata di lunedì 20 settembre per la messa in sicurezza.

Oggi, dopo i lavori di ripristino, il municipio è tornato a disposizione dei cittadini seppure «con qualche piccolo disagio». «Devo ringraziare le aziende che sono intervenute immediatamente per le pulizie e le opere edili ed elettriche – sottolinea il sindaco, Walter Cecchin -. Ringrazio tutti i dipendenti comunali che hanno aiutato e collaborato affinché il tutto fosse di nuovo agibile nel più breve tempo possibile. Grazie ai sindaci che con messaggi o telefonate hanno dato la disponibilità e solidarietà per un aiuto. Grazie San Giorgio per la disponibilità di tante persone: questa la chiamiamo efficienza sangiorgese».

il comune di san giorgio riapre dopo il nubifragio

Il nubifragio ha provocato danni in tutto il territorio del Legnanese, tra sottopassi e strade allagate e l’Olona che è esondato in più punti. La piena del fiume ha fatto sentire i suoi effetti soprattutto in zona Cascinette a Canegrate, dove una famiglia è stata evacuata e il nucleo cittadino di Protezione Civile ha lavorato insieme alle squadre di Busto Garolfo, Bareggio, Castano Primo e Turbigo e ai Vigili del Fuoco fino a notte inoltrata per rimuovere l’acqua dalle cascine. Il monitoraggio è proseguito fino al tardo pomeriggio di lunedì 20 settembre, con le tute gialle e blu impegnate ad aiutare i residenti a portare all’esterno gli arredi danneggiati dall’acqua.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore