Quantcast

Nubifragio nel Legnanese, strade allagate e Olona in piena

Automobilisti in seria difficoltà nelle aree più colpite dal nubifragio e dove i tombini non riuscivano a scaricare l'acqua nelle fognature

Strade allagate come fiumi e l’Olona in piena. Così a Legnano le conseguenze del violento nubifragio che domenica 19 settembre ha scaricato volumi di acqua su tutto il territorio.

Galleria fotografica

Nubifragio sul Legnanese 4 di 51

Problemi anche al Campo del Palio. La pista ha comunque tenuto nonostante l’acqua caduta e ampie pozzanghere in zona mossa e nello spazio occupato dal Carroccio. Alle 14.30 è stata confermata la corsa alle 17, senza sfilata. Confermati gli onori al Carroccio, con la presenza della Compagnia della Morte, tornata con un “Alberto da Giussano” legnanese, Riccardo Croci.

In alcune zone della città, come attorno a piazza Carroccio, è saltata la corrente elettrica nelle abitazioni ed è iniziato il concerto degli antifurti scattati quasi tutti insieme.

Automobilisti in seria difficoltà nelle aree più colpite dal nubifragio e dove i tombini non riuscivano a scaricare l’acqua nelle fognature. Piazza Carroccio quasi un lago con le auto che “galleggiano”. Drammatica la situazione in via Berchet, come documentata da un commento e dalla foto di una lettrice: «La via è completamente allagata dalla fogna che sgorga dai tombini. Nonostante le continue lamentele in Comune per i tombini intasati non è mai stato preso nessun provvedimento e ormai da anni ad ogni temporale di grandi dimensioni si presenta questa spiacevole situazione».

Alle 15 la situazione in centro a Legnano segnalava disagi anche in corso Magenta. Alcuni negozi sono allagati. Tecnici dell’Enel impegnati per un problema elettrico. Sempre in corso Magenta un dissesto statico che ha interessato il soffitto in un edificio.

Notizie poco confortanti anche dal territorio. A Canegrate strade e sottopassi ridotte a fiumi e un odore acre di fognatura: il sistema di assorbimento delle acque meteoriche ha fortunatamente funzionato a dovere e la situazione si è risolta in breve tempo, ma a preoccupare è statat soptattutto la situazione dell’Olona, esondato in prossimità del ponte delle Cascinette: via Cascinette e via Bellini sono state chiuse e dalle 14 è stato portato avanti l’intervento di Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Polizia Locale e Ufficio Tecnico, con la realizzazione di argini di fortuna e il monitoraggio della situazione. Una famiglia è stata evacuata.

A San Giorgio su Legnano le forti precipitazioni hanno provocato il crollo in diversi punti dei controsoffitti del municipio, che lunedì 20 settembre rimarrà chiuso per la messa in sicurezza. A Busto Garolfo l’acqua ha allagato diverse strade e la Protezione Civile ha effettuato svariati interventi per lo svuotamento di scantinati e cortili e per la pulizia dei tombini. A Cerro Maggiore difficoltà di transito nei sottopassaggi per l’acqua, così come a Parabiago dove si è allagato il sottopasso della stazione e l’Olona ha invaso tutta la zona umida.

A Nerviano intervento della Protezione Civile nella zona del Lazzaretto, dove l’Olona è esondato nei campi senza creare danni ad abitazioni ed esercizi commerciali e nel punto “critico” del ponte di viale Giovanni XXIII sono stati posizionati precauzionalmente sacchi di sabbia, qualche tombino intasato e acqua alta nei cimiteri.

A Rescaldina il parcheggio del centro commerciale di via Togliatti è stato letteralmente sommerso dall’acqua, mentre a San Vittore sempre la Protezione Civile si è occupata dell’esondazione controllata dell’Olona al vallo. Vigili del fuoco volontari di Inveruno impegnati con cinque mezzi e oltre 15 operatori sul territorio, per un totale di più di 15 interventi, tra cui quello relativo all’esondazione di Canegrate insieme ai colleghi di Legnano.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 19 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nubifragio sul Legnanese 4 di 51

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore