Medici e infermieri di Legnano: «Dietro una maschera, tutti siamo uno»

Un video realizzato all'interno del reparto di Medicina respiratoria sub-intensiva racconta il duro lavoro svolto dal personale dell'Ospedale di Legnano

La “Medicina respiratoria sub-intensiva” di Legnano, area dedicata ai malati Covid-19, è stata riassorbita. In questi giorni, la Medicina dell’ospedale cittadino non ha quasi più pazienti covid ed è tornata alla sua vocazione di cura a tutto campo. Ma questi duri mesi di lavoro sono rimasti scolpiti nel cuore e nella mente di tutto il personale sanitario che ha lavorato incessantemente.

Un periodo faticoso che ha visto impegnati in prima linea medici di tutte le specialità con infermieri, operatori sanitari, donne delle pulizie, addetti ai servizi di magazzino, al laboratorio e tante altre figure. Un vero lavoro di squadra raccontata attraverso un video fotografico realizzato (a cura di un’operatrice socio sanitaria) all’interno del reparto di Medicina respiratoria sub-intensiva denominato “Dietro una maschera tutti siamo uno, Medicina ad alta intensità“. Una raccolta d’immagini per sottolineare l’unità dimostrata da tutto il personale: «La parola “io” non esiste: qui c’è solo il noi».

Nelle Medicine di Legnano e Magenta sono stati attivati 340 posti letto e, come ha ricordato il prof. Antonino Mazzone direttore dell’Area Medica, dall’inizio della pandemia a oggi sono stati accolti 1081 pazienti Covid. Nello stesso periodo la Terapia Intensiva da 16 posti è arrivata a 36 (di cui sei per pazienti non Covid) ed ha ricoverato circa ottanta malati Covid.

Adesso, l’Asst Ovest Milanese ha permesso all’Ospedale di Magenta di tornare totalmente alla normalità garantendo come unico punto di riferimento per i malati Covid il presidio di Legnano, che dal canto suo sta riattivando tutti i servizi pur mantenendo sempre alta l’attenzione verso il virus.

di
Pubblicato il 03 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore