Quantcast

Piscina di Legnano: “Nella stagione invernale 2022-2023 la vasca olimpionica sarà aperta”

La conferma in commissione sport. Saranno ristrutturati anche gli spogliatoi estivi in vista del progetto di partenariato pubblico privato a lungo termine. Critico il consigliere Toia: "Non avete mantenuto una singola parola, le risposte alla società sono solo sulla carta"

Piscina di legnano

Piscina olimpionica aperta nella stagione invernale 2022-2023 e ristrutturazione degli spogliatoi estivi, (previa approvazione dell’intervento da parte della Soprintendenza) in attesa del progetto di partenariato pubblico-privato che vedrà la luce nel lungo periodo: sono le due novità annunciate dall’amministrazione sull’impianto natatorio nella seduta della commissione Sport di questo pomeriggio, 26 maggio, aperta dal presidente Letterio Munafò e che ha visto gli interventi dell’assessore alle opere pubbliche Marco Bianchi e allo Sport Guido Bragato. Tutto questo tra le tante critiche sollevate dal consigliere di opposizione Francesco Toia che ha sostenuto un’accesa discusso con il presidente Munafò e non si è detto soddisfatto delle risposte ricevute«Voi non avete mantenuto una singola parola, le risposte alla società sono solo sulla carta e questo dimostra che per questa amministrazione la priorità non è lo sport e operazioni come quella della piscina vengono accantonate»

Nel dettaglio la piscina olimpionica, dopo la chiusura decisa nel febbraio di quest’anno a causa dell’impennata del costo dell’energia, che ha consentito un risparmio di 29mila euro tra gennaio e marzo, sarà l’unica vasca in funzione dell’impianto “Ferdinando Villa” nell’imminente stagione estiva e nella prossima invernale che partirà a settembre.

In attesa della proposta progettuale per la ristrutturazione globale dell’impianto, l’amministrazione comunale ha lavorato in questi mesi vagliando diverse ipotesi per la gestione dell’impianto nel futuro immediato per mettere le società sportive in condizione di programmare la stagione sportiva 2022-23. «Da questa attività di analisi – è stato spiegato dalla maggioranza e riassunto in una nota stampa diffusa dall’ufficio stampa – è risultato che l’utilizzo della vasca olimpionica rappresenta l’unica possibilità di garantire lo svolgimento dell’attività da parte delle società sportive e del nuoto libero anche alla luce di quanto emerso in questi mesi di funzionamento esclusivo della vasca interna da 25 metri; struttura che necessita di investimenti importanti. Gli investimenti immediati e necessari per consentire il prosieguo delle attività si concentreranno principalmente sulla ristrutturazione degli spogliatoi estivi per il miglioramento della classe energetica e sul contenimento dei consumi dell’olimpionica (pompa di calore, coibentazione tubature e telone di copertura dell’acqua per le ore notturne). L’importo, comprensivo di IVA si aggira sui 700mila euro. Naturalmente, stante il vincolo che interessa l’edificio degli spogliatoi, l’intervento dovrà essere approvato dalla Soprintendenza. Obiettivo dichiarato è cominciare i lavori sugli spogliatoi il prima possibile».

Nel momento in cui saranno completati gli interventi sugli spogliatoi estivi si provvederà a dismettere quelli invernali. «La scelta dell’amministrazione – ha privilegiato la vocazione sportiva dell’impianto natatorio, garantendo uno spazio superiore a quello della conformazione “storica” della piscina. Con questo assetto il nuoto libero subirà un impatto positivo dopo il forte contingentamento imposto da febbraio e la corsistica potrà essere mantenuta nei volumi attuali».

Nel corso della commissione sono stati illustrati anche i prossimi interventi sugli impianti sportivi: al Campo dell’Amicizia sono partite le opere di inizio cantiere per realizzare la tribuna per il campo a 11 (200mila euro); per l’illuminazione del campo da baseball e softball “Peppino Colombo” il progetto esecutivo è in attesa del parere del CONI (150mila euro); per la riqualificazione degli spogliatoi della palestra Mazzini (100mila euro) è stato affidato il progetto esecutivo e si conta, d’intesa con la dirigenza scolastica, di partire con i lavori nell’autunno di quest’anno.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore