Quantcast

Al piano terra dell’Agenzia delle Entrate di Legnano il centro civico dell’Oltrestazione

L'ipotesi è quella di realizzare l'opera al piano terra della sede dell'Agenzia delle Entrate di via Pisa interessata da un processo di ridimensionamento. Sarà utilizzata anche l'area verde esterna

Generica 2020

L’Oltrestazione e in particolare il quartiere San Paolo avranno il loro Centro Civico aperto, naturalmente, a tutta la città di Legnano. Nel Piano Triennale delle Opere del Comune di Legnano, presentato nell’ambito della commissione “Città bella e qualità della vita”, sono stati inseriti 750mila euro per portare nel rione uno spazio aggregativo, da anni richiesto da un gruppo di residenti.

L’ipotesi è quella di realizzare l’opera al piano terra della sede dell’Agenzia delle Entrate di via Pisa interessata da un processo di rimodulazione degli spazi: «L’ipotesi – ha spiegato in conferenza stampa l’assessore alle Opere Pubbliche, Marco Bianchi – è quella di utilizzare metà del piano terra, attualmente ancora funzionante e occupato da sportelli a servizio dell’utenza. L’Agenzia delle Entrate è però interessata da un processo di riorganizzazione e l’intenzione è quella di convertire la parte che sarà liberata in spazi per il centro civico. Sarà comunque avviato un processo partecipativo con i residenti del quartiere».

L’obiettivo è poi quello di sfruttare anche l’area verde esterna, tra l’immobile di via Pisa e la scuola materna Collodi, sempre per attività aggregative a servizio della cittadinanza. Per quanto riguarda invece la viabilità, particolarmente problematica per il quartiere che si affaccia sul Sabotino, l’amministrazione comunale ha intenzione di avviare, anche in questo caso, un’analisi viabilistica e un processo partecipativo con chi abita la zona.

Sempre nell’ottica della città policentrica, l’Oltrestazione avrà anche la sua biblioteca diffusa che è stata individuata nell’info point della Polizia Locale, nel cuore di Mazzafame. Alla Canazza sia il centro civico, sia la biblioteca, saranno realizzate all’interno dell’ex casa Accorsi, dove è in corso un ben più ampio progetto di riqualificazione. Nell’Oltresempione, infine, è stata individuata la ex scuola Cantù dove l’intenzione è quella di aprire un centro di formazione per adulti con un centro civico nella chiesetta dell’ex oratorio di Legnanello che però è ancora di proprietà privata a seguito di un contenzioso aperto anni fa  con il Comune.

Primi passi per la biblioteca diffusa a Legnano, si parte da Canazza e Mazzafame

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore