Quantcast

San Giorgio, l’appello del sindaco: «Sosteniamo i ristoratori»

Dopo la stretta del Governo contro il Covid che impone la chiusura alle 18 a bar e ristoranti, il sindaco di San Giorgio invita a sostenere i ristoratori

walter cecchin sindaco san giorgio su legnano

Dopo la stretta del Governo per fermare la corsa del Covid-19 che prevede tra le altre misure la chiusura di bar e ristoranti alle 18, il sindaco di San Giorgio su Legnano, Walter Cecchin, lancia un appello per sostenere i ristoratori.

«L’ultimo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri obbliga tutte le attività di ristorazione e bar alla chiusura alle 18 e questo per tutto il mondo della ristorazione, che vive del servizio serale, equivale ad una chiusura totale – spiega il primo cittadino -. Mi faccio portavoce come sindaco per sostenere una semplice iniziativa per tutti i ristoratori e bar, affinché ognuno di noi possa contribuire a non fare chiudere queste attività: non bere il caffè a casa, ma degustalo sotto il bar di casa; non cucinare per una sera, ma chiedi al ristoratore di farlo per te. Rubo questa frase da due cari amici che hanno messo anima e corpo per il loro ristorante, la loro vita: “L’unica opportunità che ci rimane per poter sopravvivere, parafrasando il famoso detto “Se la montagna non va da Maometto…”, è quella di poter portare la nostra cucina da voi».

Quello odierno non è il primo messaggio di sostegno al commercio di vicinato lanciato in questi mesi da Cecchin: anche a maggio, all’indomani delle riaperture della fase 2, il sindaco di San Giorgio su Legnano aveva invitato i cittadini a supportare i commercianti locali, ricordando i sacrifici fatti dagli esercenti per mettere in sicurezza le loro attività e la vicinanza dimostrata al paese durante la chiusura primaverile.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore