Quantcast

Riaperture a San Giorgio: “Buon lavoro e ben tornati”

In vista delle riaperture del 18 maggio, il sindaco di San Giorgio su Legnano ha augurato buon lavoro e assicurato vicinanza alle attività del paese

Walter Cecchin

Da domani, lunedì 18 maggio, entra nel vivo la “fase 2”: dopo due mesi di stop, si rialzeranno le saracinesche di negozi, ristoranti, bar ed estetisti. E mentre commercianti e amministratori attendono l’ordinanza della Regione Lombardia con le linee guida per le riaperture – alla quale manca solo la firma del presidente, Attilio Fontana, che arriverà non appena il Pirellone riceverà il decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri -, per le attività che riapriranno a San Giorgio su Legnano arriva il bentornato del sindaco, Walter Cecchin.

Dal primo cittadino anche un invito ai sangiorgesi a frequentare i negozi di vicinato, aiutando in questo modo a restituire vitalità agli esercizi commerciali del paese, e la rassicurazione che Piazza IV Novembre sarà al fianco dei commercianti per le riaperture, valutando proposte e aiuti per superare il momento difficile. «Voglio augurare buon lavoro e dare il bentornato a tutte le attività commerciali, artigianali e industriali della nostra San Giorgio, ma non solo, che riapriranno dopo questo lungo periodo di chiusura – è il messaggio del sindaco Walter Cecchin -. La “vita” di queste attività dipenderà molto da noi e dal sostegno che sapremo dare. Invito tutti a ridare di nuovo vitalità al nostro commercio frequentando e acquistando senza timore dai negozi di vicinato. Loro con mille difficoltà e spese si sono preparati per rendere le loro attività sicure per noi clienti e anche per i loro fidati collaboratori. Sono certo che, se ci daremo una mano, sarà più facile uscire da questo difficile periodo. Come amministrazione saremo al vostro fianco per quanto ci sarà possibile e sempre disponibili per valutare insieme aiuti o proposte da condividere».

In paese, intanto, proprio per fronteggiare la crisi economica provocata dall’emergenza coronavirus, continua la gara di solidarietà grazia al pane della solidarietà, al carrello con il cuore e al conto corrente dedicato alla raccolta fondi per l’aiuto alle famiglie in difficoltà, che ha superato i 30mila euro raccolti grazie ad una donazione di oltre 24mila euro di CAP Holding.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 17 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore