Quantcast

Elezioni a Parabiago, nel centrodestra crescono tutti tranne Forza Italia

Bilanci post elettorali per il centrodestra di Parabiago, fresco di rielezione. In cinque anni, tutte le forze di coalizione hanno aumentato i consensi tranne Forza Italia

elezioni parabiago, cucchi confermato sindaco

Sono passate quasi 48 ore da quando lo scrutinio ha confermato Raffaele Cucchi e il centrodestra alla guida di Parabiago, e anche nella maggioranza, fresca di rielezione, è tempo di bilanci. La coalizione ha chiuso la tornata elettorale con il 63,16% dei voti, quasi 6 punti percentuali in più rispetto al 2015, quando le quattro liste avevano sfiorato il 57%. Da allora, però, gli equilibri nel centrodestra sono cambiati in città, sulla falsariga di quanto è successo anche a livello nazionale.

Sorride la Lega, che in cinque anni ha guadagnato 1.220 voti salendo dal 26,53% al 33,81%. «Siamo davvero molto contenti del consenso elettorale ottenuto dalla Lega che premia sette consiglieri comunali che siederanno nell’assise cittadina – commenta il segretario cittadino del Carroccio, Diego Quieti -. Un risultato che non è gratuito, ma che premia le azioni amministrative di buon governo fatte in questi anni, i cittadini hanno sicuramente apprezzato quanto è stato realizzato e come la città abbia ricevuto una spinta di cambiamento e attenzione al bisogno di ciascuno. Tanto lo dobbiamo riconoscere soprattutto al primo cittadino Raffaele Cucchi che ringraziamo per la costante presenza sul territorio e per la sua instancabile capacità di cogliere opportunità oltre confine, come i molteplici progetti realizzati in collaborazione con realtà milanesi e i finanziamenti, molto spesso, a fondo perso a favore della nostra città. Ora ci aspettano altri cinque anni intensi perché amministrare è prima di tutto un servizio verso la cittadinanza».

Sorride, forse più di tutti, anche Fratelli d’Italia, che dal 2015 ha guadagnato quasi 8 punti percentuali salendo dal 4,29% al 12,17% delle preferenze.

In crescita anche la civica AttivaMente, che guadagna 400 voti e passa dal 5.02% al 7,80%. «Siamo molto contenti di aver aumentato di 400 voti il risultato della precedente tornata elettorale – commenta il coordinatore politico, Vittorio Ateri -, nonostante un cambiamento radicale della lista. Ci siamo proposti con una lista composta da molti ragazzi giovani e con una capolista, Adriana Nebuloni, con una grande esperienza amministrativa e una storia alle spalle che ci hanno convinti a corteggiarla per farla correre con noi. Sono contento anche per il risultato di RiParabiago, un gruppo di ragazzi giovani e molto preparati: è il segnale che il civismo sta prendendo piede anche a Parabiago, e la democrazia dal basso a noi piace».

Chi invece ha perso consensi dal 2015 ad oggi è Forza Italia, che da 2.233 voti è scesa a 1.035, passando dal 21,26% all’8,71%. Gli Azzurri, comunque, vedono il bicchiere mezzo pieno. «Siamo soddisfatti per il grande lavoro del centrodestra che ha portato ad un ottimo risultato, e ora ci prepariamo a continuare a governare bene la città come abbiamo fatto in questi anni – sottolinea il coordinatore parabiaghese, Carlo Raimondi -. Parabiago è uno dei comuni dove Forza Italia ha ottenuto i risultati migliori tra quelli dove ci sono state le elezioni e non abbiamo rimpianti: sappiamo che in questo momento il partito a livello nazionale sta soffrendo e questo si è visto in tutti i comuni che sono andati al voto, ma in città siamo comunque riusciti ad ottenere qualcosa di più che da altre parti. L’auspicio è che il futuro riservi qualcosa di più per Forza Italia, ma nonostante i risultati del momento rimaniamo una forza di centro e liberale e anche a Parabiago porteremo equilibrio alla maggioranza».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore