Quantcast

Cene delivery e dirette facebook, così la contrada San Magno ha accorciato le distanze

Inauguriamo un progetto dedicato al mondo contradaiolo. Oggi, il gran priore della Nobile presenta le iniziative svolte per abbracciare la città e per ricordare che la comunità è sempre pronta a sostenerla

Contrada San Magno in lockdown

Con questo servizio, inauguriamo  una serie di appuntamenti riservati alle contrade del Palio di Legnano. Un omaggio al loro impegno in un periodo tanto lungo con i manieri chiusi e senza quelle occasioni di socializzazione tanto importanti sia per l’ambiente paliesco, sia per la città intera. Un progetto curato dalla nostra redazione, con la collaborazione di Serena Vicidomini. Iniziamo con  la contrada San Magno

Galleria fotografica

Contrada San Magno in lockdown 4 di 6

È impossibile pensare a Legnano senza le sue contrade e con i manieri chiusi da questa emergenza si è creato un vuoto nel cuore di tanti legnanesi. I contradaioli però non si sono fermati, cercando nuove attività per recuperare una parte di quella socialità perduta, sempre nel rispetto delle normative covid.

Le reggenza delle contrade ci hanno presentato le iniziative svolte, come le cene delivery organizzate con ristoranti locali, incontri su zoom e la spesa solidale, per abbracciare la città e per ricordarle che la comunità è sempre pronta a sostenerla, e ci hanno raccontato lo spirito con cui hanno affrontato questi lunghi mesi segnati dalla pandemia.

Partiamo con la contrada San Magno e il suo gran priore, Giuseppe Scarpa che, fin da subito, conferma quanto «i manieri sono un asse fondamentale della città ed è indispensabile restare vicini». Un mantra che ha portato la contrada San Magno a svolgere sempre più eventi a distanza. «Continuiamo ad accordarci con diversi ristoranti e trattorie per cene e pranzi delivery – ci ha raccontato il gran priore della Nobile – è un gioco di squadra tra noi e il territorio. La risposta dei contradaioli è sempre positiva, ci hanno addirittura chiesto di aumentare l’offerta di pasti a domicilio».

I menù sono spesso a tema, a seconda delle tradizioni del periodo. E invece di festeggiare insieme attorno a un tavolo, lo si fa ognuno dalle proprie case consapevoli di non essere da soli ma parte di una comunità che cerca di aiutarsi. Scarpa ha abbracciato personalmente anche la campagna “A Natale, io acquisto in negozio” facendo da testimonial e per questo ha proposto alla contrada di promuovere come regali di Natale i cesti  realizzati da un negozio del vicinato: “È un gesto piccolo per aiutare i commercianti e la nostra Legnano»

«Volevamo trovare un modo per sentirci meno soli – aggiunge il gran priore – e abbiamo pensato alle dirette Facebook “Il Salotto della Nobile” e a videochiamate tra contradaioli. Ovviamente non è come vedersi di persona, ma facciamo quel che possiamo»

Il calendario 2021 di eventi pensati da San Magno non è stato cancellato ma riprogrammato per svolgere in sicurezza tutte le iniziative. «Non possiamo far altro che vedere alla giornata come pianificare le proposte ma continuiamo a sperare di poterli fare in presenza. Dobbiamo rimanere ottimisti». Soprattutto adesso che una data (possibile) del Palio di Legnano c’è: domenica 19 settembre .

Alla prossima contrada.

C’è una data (possibile) per il Palio di Legnano: il 19 settembre

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Contrada San Magno in lockdown 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore