Parabiago, a Pasqua e Pasquetta controlli “anti-scampagnate” con i droni

Parabiago monitorerà il territorio con i droni per assicurare il rispetto delle misure contro il virus INCENDIO BOSCHIVO, L'INTERVENTO DELLA PROCIV DI BUSTO G. LE USCA POTRANNO EFFETTUARE ECOGRAFIE A DOMICILIO BUSTO GAROLFO: LA SPESA UNA SOLA VOLTA ALLA SETTIMANA  S.GIORGIO SU LEGNANO, AL VIA LA CONSEGNA DELLE MASCHERINE

Giro di vite a Parabiago contro il rischio di assembramenti nel ponte di Pasqua e Pasquetta. Tra supermercati chiusi, cerimonie religiose blindate, check-point anti furbetti e droni, in tutto il Paese in questi giorni piovono ordinanze per scongiurare il pericolo che il mix di bel tempo e aria di festa vanifichi gli sforzi imposti finora dal lockdown e i primi risultati che iniziano a vedersi, e la città della calzatura non fa eccezione.

[pubblicita]Il sindaco Raffaele Cucchi, infatti, proprio in queste ore ha firmato una comunicazione indirizzata alla Prefettura di Milano dove fa sapere che l'amministrazione domenica 12 e lunedì 13 aprile utilizzerà i droni per monitorare dall'alto il territorio ed assicurare che vengano rispettate le misure dettate da Governo e Regione per fermare la corsa del virus, evitando situazioni di affollamento nei parchi, nei giardini condominiali o in giro per la città.

«Il territorio comunale è molto vasto e le attività di controllo sono quotidiane e puntuali – spiega il primo cittadino – però, in previsione delle giornate di Pasqua e Pasquetta abbiamo deciso di intensificare i controlli attraverso l'utilizzo di droni per avere certezza che vengano rispettate le disposizioni emesse dal decreto ministeriale evitando affollamenti nei parchi o nei giardini condominiali. Sappiamo che le giornate sono belle e invitano ad uscire e che molti di noi sono stanchi, ma occorre non vanificare il sacrificio fatto fino ad ora. Mi appello, davvero, a tutti i cittadini invitando alla pazienza e alla ragionevolezza. Ne usciremo e avremo tempo per tutto, ma ora cerchiamo di utilizzare strumenti diversi per chiamarci e farci compagnia anche in queste giornate di festa».

É solo l'ultima, in ordine di tempo, delle misure adottate dal Comune, che nelle scorse settimane, ancora prima dei provvedimenti intervenuti dal Pirellone e da Roma, aveva prima messo un freno a passeggiate, sport all'aperto e "visite" troppo frequenti ai supermercati, e poi previsto l'obbligo di quanti e mascherine – o almeno sciarpa o foulard – per fare la spesa.

di leda.mocchetti@gmail.com
Pubblicato il 10 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore