Quantcast

Riqualificazione del centro sportivo Re Cecconi, l’ex sindaco Cozzi: «Per Nerviano è una priorità»

Lega, GIN e Con Nerviano ribadiscono l'intenzione di «pungolare e mantenere alta l'attenzione» sulla riqualificazione del centro sportivo Re Cecconi

centro sportivo re cecconi nerviano

La riqualificazione del centro sportivo Re Cecconi è una priorità per Nerviano. Torna a ripeterlo dai banchi dell’opposizione l’ex sindaco Massimo Cozzi, che come capogruppo di Lega, Gruppo Indipendente Nervianese e Con Nerviano durante l’ultima seduta consiliare aveva presentato un’interpellanza dedicata proprio all’impianto sportivo intitolato al campionissimo della Lazio.

«Con la passata amministrazione iniziò un lungo percorso per arrivare alla completa riqualificazione di questo impianto, con l’affidamento di un incarico per arrivare prima ad uno studio di fattibilità e successivamente ad un progetto definitivo di intervento – sottolinea Massimo Cozzi -. Nessuno vuole nascondere il ritardo e le complessità incontrate, ma almeno abbiamo avviato un percorso che ora sta proseguendo e che ci auguriamo porti a risultati concreti e visibili. È chiaro ed evidente che la soluzione migliore resta quella di un intervento a lotti: ristrutturazione completa edificio tribune con il corpo sottostante, recupero e riqualificazione della palazzina spogliatoio esistente, rifacimento del campo da calcio principale e pista di atletica e sostituzione del terreno di gioco del campo da calcio secondario con un manto sintetico. Ogni intervento che andrà in questa direzione non potrà che avere il nostro sostegno per quello che rappresenta indubbiamente un intervento prioritario per Nerviano. Il nostro compito sarà quello di pungolare e mantenere alta l’attenzione su questo intervento, fino a quando non vedremo concretizzarsi quanto per ora è solamente sulla carta».

I primi passi per il restyling del centro sportivo Re Cecconi, peraltro, potrebbero essere mossi da Piazza Manzoni già da qui alla fine dell’anno. «Il programma triennale delle opere pubbliche vigente individua nella seconda annualità questo intervento che avevamo calibrato sul valore di due lotti funzionali dello studio di fattibilità presentato a febbraio – aveva infatti spiegato l’assessore ai lavori pubblici Sergio Parini in consiglio comunale -. Successivamente, con l’opportunità messa a disposizione dal Ministero degli Interni e utilizzando i fondi messi a disposizione con la legge di bilancio, abbiamo avanzato una richiesta di finanziamento. L’esito e la graduatoria dovrebbero uscire a giorni: inizialmente era stato stabilito che i risultati venissero pubblicati a fine giugno, poi la scadenza è stata posticipata. L’intenzione, se dovessimo avere l’assegnazione per un importo consistente, è quella di programmare in funzione del finanziamento con una scaletta di priorità concordata con le associazioni, partendo dalla cosa che dal loro punto di vista è la più funzionale all’attuale utilizzo del centro e cioè il secondo campo da calcio in sintetico. Successivamente dovremmo passare alle tribune e poi alla palazzina, per poi completare con l’intervento sulla pista e il campo da calcio principale. Se non dovessimo avere riscontro positivo dal bando, l’intenzione sarebbe quella, accelerando il più possibile i tempi, di finanziare l’intervento del secondo campo in sintetico con l’avanzo di amministrazione, con l’obiettivo di andare a bando entro la fine dell’anno».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore