Quantcast

Centenario Felice Musazzi, la primaria di San Lorenzo porterà il nome del “papà” de I Legnanesi

Sabato 12 giugno la scuola primaria di San Lorenzo di Parabiago verrà intitolata a Felice Musazzi, nato proprio nella frazione il 10 gennaio 1921

legnano musazzi

La decisione era già presa, ora c’è anche una data: da sabato 12 giugno la scuola primaria di San Lorenzo di Parabiago porterà il nome di Felice Musazzi, il “papà” della compagnia teatrale de I Legnanesi e della Teresa, la maschera nei cui panni l’artista ha portato nei teatri di tutta Italia la vita di cortile del secondo Dopoguerra. Se da sempre il nome di Musazzi fa rima con Legnano, infatti, è Parabiago che ha dato i natali all’attore, e ora, a cento anni dalla nascita, la città della calzatura lo ricorda dando il suo nome proprio al plesso scolastico della frazione dove nacque il 10 gennaio 1921.

Centenario Felice Musazzi

Un modo di rendere omaggio al genio senza tempo di Musazzi, che durante tutto l’anno sarà ricordato a Legnano con un calendario di eventi che vanno dalle mostre alle tavole rotonde passando per le serate nei cortili, ma anche un modo per far toccare con mano alle nuove generazioni la vita di allora. «Il tema del dialetto, della quotidianità di allora, del fatto che le donne nel Dopoguerra non potevano recitare nelle commedie teatrali – spiega il sindaco Raffaele Cucchi – sono curiosità che fanno parte della nostra storia e che vorremmo consegnare alle nuove generazioni per suscitare domande sull’identità di un territorio che ha vissuto nei cortili e nei campi. Una scuola intitolata a Felice Musazzi, infatti, ricorda il personaggio e apre domande sui nostri nonni e bis-nonni, su come vivevano e sulle tradizioni che avevano… La toponomastica, in fondo, è un’occasione per creare conoscenza e alimentare la cultura».

«La Città di Parabiago è davvero ricca di personaggi, storia e cultura – aggiunge l’assessore alla cultura Barbara Benedettelli -. Poter lasciare un segno, un simbolo e anche una testimonianza di chi ha saputo, se vogliamo anche umilmente, dare lustro a questa comunità, è per la nostra amministrazione un piacere, innanzitutto, ma anche un compito doveroso per mantenere viva l’identità del territorio».

Saranno gli studenti ad animare la cerimonia che ad inizio giugno “battezzerà” la primaria di San Lorenzo: gli alunni delle classi quinte, infatti, sotto la guida degli insegnanti si cimenteranno in canti popolari del tempo al ritmo della chitarra. «Fa molto piacere poter dare a un plesso così dinamico, collaborativo e festoso un riferimento come Felice Musazzi – sottolinea la dirigente scolastica Monica Fugaro -, personaggio di simpatia e gioia, in un momento, tra l’altro, in cui tutti avremmo bisogno di sorridere e sdrammatizzare. Inoltre, la frazione di San Lorenzo ben si presta ancora, seppur inserita in un contesto multiculturale, alla dimensione locale e il papà dei Legnanesi nasce proprio qui. La toponomastica serve proprio per ricordare e mantenere viva la cultura di un tempo. Ringrazio il corpo docente per l’entusiasmo che ha messo nel realizzare questo momento celebrativo coinvolgendo i ragazzi delle quinte».

Alla cerimonia che, al netto di tutte le limitazioni necessarie per contenere la pandemia, darà anche un segnale di ripresa al territorio, saranno presenti gli eredi dell’artista e le autorità. «Per la famiglia Musazzi e per il comitato è motivo di orgoglio sapere che la città natale di Felice Musazzi ha deciso di ricordarlo nel centenario della sua nascita – commenta il Comitato per il Centenario di Felice Musazzi, presieduto dalla figlia Alessandra e formato da Mauro Chini, Roberto Clerici, Francesca Giudici, Cristina Masetti, Lucia Musazzi e Gabriella Nebuloni -. Legare il suo nome a una scuola ci sembra il modo migliore per far germogliare nei giovani alunni la curiosità di riscoprire la cultura e il ricordo di un passato che non devono andare perduti».

Cento anni dalla nascita di Felice Musazzi, a Legnano va in scena il volto “inedito” della Teresa

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 18 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore