Elezioni a Parabiago, il Movimento 5 Stelle non si presenta

Il Movimento 5 Stelle di Parabiago ha annunciato l'intenzione di non scendere in campo per le prossime elezioni amministrative

movimento 5 stelle

Il Movimento 5 Stelle non sarà in corsa per le prossime elezioni amministrative di Parabiago. Non ci sarà quindi nessun “portacolori” dei pentastellati a sfidare i candidati del centrodestra, Raffaele Cucchi, di Italia Viva, Eleonora Pradal, e del Partito Democratico, che scioglierà nei prossimi giorni le riserve sul nome dell’aspirante sindaco.

«Dopo una lunga e ponderata valutazione politica, abbiamo deciso che “mettere insieme una lista” giusto per presentarci alle elezioni non sarebbe stato un comportamento serio, coerente, e ne avremmo perso solo in credibilità e serietà, pertanto alla prossima scadenza elettorale la lista del MoVimento 5 Stelle non ci sarà – spiegano i pentastellati -. Abbiamo deciso invece che continueremo a dare il nostro contributo attivo per la nostra città, a stare dalla parte e con i cittadini, con l’attuale nostro portavoce in consiglio comunale, Sergio Di Napoli. Sappiamo che potremo farlo contando sul gruppo che in questi anni si è consolidato e che possiamo definire “storico” e su simpatizzanti che ci auguriamo possano aumentare».

In questi anni il M5S ha portato avanti dai banchi di opposizione molte battaglie, come quelle per la disinstallazione del photored sul Sempione a San Lorenzo, per l’introduzione del question time del cittadino, per la cittadinanza onoraria al procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, per la dichiarazione di emergenza climatica, per lo stato di salute dell’Olona, per vincere insieme l’emergenza Covid-19 e per i progetti cui destinare i fondi messi a disposizione dal Governo e dalla Regione, per le iniziative rivolte ai disabili nella “fase 2”, per la RSA Albergo del Nonno e per l’ecobonus per la riqualificazione del patrimonio immobiliare adibito a edilizia residenziale pubblica. «Oltre a questo – sottolineano dal Movimento -, siamo intervenuti in consiglio comunale per chiedere la diminuzione delle aliquote dei tributi Comunali (IMU) e della tassa rifiuti (TARI), per un PGT (Piano di Governo del Territorio) più green e a misura di una città che guarda al futuro e che favorisce un nuovo e più solidale sistema di relazioni».

Non solo. «Oltre ai temi comunali, siamo convinti che ci sono altre questioni sovracomunali ambientali come l’inceneritore ACCAM, l’Olona, i parchi, e altre che attengono ad esempio al mondo del lavoro, dei servizi alle famiglie e alle persone, oltre a quelle che possono produrre buona occupazione ed un’economia più green che meritano di essere condivise con altri gruppi del Movimento e simpatizzanti. Pertanto ci prendiamo l’impegno di collaborare e incontrare i gruppi limitrofi del nostro Movimento con lo scopo di creare una rete di relazioni uniche che ci permetteranno di portare avanti battaglie condivise sul territorio e di elaborare proposte a livello sovra comunale. Ci siamo quindi dati un progetto di medio termine sicuramente impegnativo e importante e quindi ogni apporto, anche minimo, è fondamentale».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore