Quantcast

Parabiago, M5S contro il Photo Red sul Sempione

Lo strumento incriminato è quello in direzione Rho. Secondo i pentastellati sarebbe illegittimo...

Togliere il Photo Red sul Sempione in direzione Rho. Questa la richiesta del Movimento 5 Stelle di Parabiago, che arriva attraverso una interrogazione al sindaco e alla giunta comunale. Lo strumento che cattura automobilisti e motociclisti che passano con il rosso, secondo i pentastellati, sarebbe illegittimo, perchè sarebbe stato installato prima della delibera di autorizzazione da parte della giunta. In questo modo, secondo il M5S, chiunque fosse stato multato potrebbe fare ricorso e vincerlo, in base alla sentenza numero 21847 dell'11 novembre 2005 della Corte di Cassazione sezione I civile. Il fotosensore, come ripercorrono i grillini, è stato collaudato il 20 aprile 2017. Ma la presa d'atto della giunta è arrivata l'8 maggio 2017.

Secondo il consigliere Christian Vitali, come si legge nell'interrogazione, «sarebbe un atto di buon senso e di lungimiranza da parte dell'amministrazione provvedere alla disinstallazione di un apparecchio di rilevamento delle infrazioni semaforiche che si presenta illegittimo. Infine ricordiamo alla giunta che la prevenzione degli incidenti stradali e la tutela del bene vita dei cittadini deve essere attuata in totale buona fede e non deve essere occasione per rendere i cittadini il "bancomat" del comune di Parabiago».

«Chiediamo di togliere questo Photo Red – ci spiega Vitali – perchè l'incrocio interessato non è pericoloso, infatti non rientra tra i punti critici segnalati dallo studio di pericolosità realizzato nel 2005, e perchè si rischia di andare incontro a una illegittimità».

L'interrogazione sarà discussa nel prossimo consiglio comunale di Parabiago.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore