Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Chiusura delle banche nelle frazioni, il caso arriva a Roma

Il problema della chiusura delle filiali bancarie di Cantalupo, Villastanza e Villapia arriva a Roma. I deputati del territorio Fabrizio Cecchetti e Fabio Boniardi (Lega) hanno presentato una interrogazione al ministro dell'economia Giovanni Tria proprio su questo tema.

«Nello specifico - spiegano i due onorevoli del Carroccio - abbiamo chiesto al Mef di assumere tutte le iniziative del caso prima che sia troppo tardi e, al tempo stesso, di intervenire su Poste Italiane affinché si renda possibile almeno la creazione del servizio "banco Posta" e di  sportelli Bancomat negli uffici esistenti sul territorio. Pensiamo ai soggetti più deboli, magari privi di automezzi, che sarebbero costretti a percorrere chilometri per arrivare al centro per un semplice prelievo. Capiamo che la tecnologia fornisca soluzioni alternative e che al giorno d'oggi tante operazioni si possono eseguire da casa con un computer connesso a Internet o anche con un palmare, ma bisogna anche essere realisti: se una persona anziana deve comprare il pane e non ha contanti cosa fa? Ci auguriamo, dunque, che il buonsenso prevalga e che si trovi una soluzione ragionevole rispetto alla prospettiva di un isolamento da questo servizio finanziario ormai basilare per la vita quotidiana».

Già tanto si era mosso a livello locale. Parabiago e Cerro Maggiore si erano attivate nelle settimane scorse per trovare una soluzione alla chiusura dei due punti di Banca Intesa. I due sindaci Raffaele Cucchi e Nuccia Berra avevano scritto ai direttori e all’amministratore delegato per esprimere la loro preoccupazione e in pochi giorni sono state raccolte un migliaio di firme per dire no alla chiusura delle due filiali. E se nei giorni scorsi il sindaco Cucchi aveva comunicato che lo sportello di Villastanza rimarrà attivo, ancora nulla di certo per quanto riguarda Villapia e Cantalupo. Il sindaco cerrese Berra, dunque, ha scritto nuovamente alla banca per chiedere la prosecuzione dei servizi alla filiale cantalupese.

(Chiara Lazzati)