Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ikea: Rescaldina non ci sta più...

Rescaldina si toglie dall'accordo di programma riguardante la realizzazione di Ikea. È la proposta che il sindaco Michele Cattaneo, fermo nella sua posizione contro il consumo di suolo, presenterà lunedì 16 marzo in sede di consiglio Comunale. 

L'intento del primo cittadino rescaldinese è quello di "abbandonare" Cerro Maggiore e il suo "titanico" progetto che vede l'arrivo dell'attività svedese con galleria commerciale nell'area compresa tra Cerro Maggiore e Rescaldina, tra Sp148 a nord e l'A8 a sud.

Un progetto che, con i suoi 277.000 mq, la giunta Cattaneo ha sempre disapprovato ritenendo poi «un vero e proprio ricatto la promessa occupazionale che non è mai stata quantificata in maniera specifica».

«Le nostre osservazione non hanno mai avuto risposte, perciò intendiamo valutare l'ipotesi di uscire dall'accordo. Mi aspetto che tutto il consiglio dia il suo consenso per togliersi dal progetto».

Dunque, l'ipotesi del ridimensionamento del progetto Ikea si sta sempre più concretizzando. E, con l'uscita dai giochi della giunta rescaldinese, la Vas (valutazione ambientale strategiaca) con tutta probabilità si riavvierà, allungando i tempi di arrivo del centro commerciale svedese.

Per approfondimenti:
Ikea: rimandato a maggio il giudizio al Tar
Ikea: le osservazioni di Legnano ancora senza risposta

Bufera elezioni: Cerro Maggiore resta isolato su Ikea
«Se la Regione non blocca Ikea, faremo ricorso al Tar»

Svelato il progetto Ikea: Cerro e Rescaldina escludono Legnano

(Gea Somazzi)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI