Quantcast

La Commissione sport di Legnano dà il via libera alla piscina: “Fragile in alcuni punti, ma idonea all’attività”

Le rassicurazioni sono arrivate dall'assessore Guido Bragato durante la commissione Sport sotto la presidenza di Letterio Munafò. I problemi sono di entità lieve e non pregiudicano il suo utilizzo

Piscina amovibile alla piscina di Legnano

Non esistono ragioni per sospendere l’attività natatoria riservata agli atleti agonistici, l’unica permessa in questo periodo di pandemia, nella piscina comunale di Legnano. Le rassicurazioni sono arrivate questa sera, lunedì 15 marzo, dall’assessore Guido Bragato durante la commissione Sport sotto la presidenza di Letterio Munafò.

L’assessore ha ricordato soprattutto i problemi  creati dal crollo di parte del controsoffitto negli spogliatoi femminili avvenuto il 28 febbraio e riparato nel giro di pochissimi giorni dai tecnici di Euro.Pa, ma è doveroso citare anche altri problemi all’impianto come quello di fine novembre, quando la rottura di un tubo aveva allagato gli spazi tecnici che contengono le pompe dell’acqua, oppure di inizio marzo coinvolto l’impianto per il trattamento dell’acqua della vasca olimpionica, anche questi risolti comunque rapidamente.

«Per quanto riguarda la progettualità della nuova piscina – ha ricordato l’assessore Bragato –  quello presentato nell’estate scorsa è stato messo in stand by non tanto o solo per il progetto in sè, ma per definire esattamente il percorso che si vuole davvero intraprendere, pubblico o privato che sia”.

Nella vasca olimpionica di Legnano, coperta con una struttura che ne consente l’utilizzo in questo periodo invernale e unica in funzione sul territorio, si allenano gli atleti del  neonato Team Legnano Nuoto guidato da Gianni Leoni, tecnico federale tra i più apprezzati in Italia e all’estero, nonché presidente della Commissione tecnica del Comitato regionale.

Proprio lo spessore tecnico di questi atleti e l’importanza di assicurare un luogo adatto ai loro allenamenti ha mosso sollecitazioni durante l’incontro per ulteriori sopralluoghi, sui quali è intervenuto direttamente il presidente Munafò: «Sono già avvenuti controlli in piscina da parte di Euro.Pa che hanno confermato la fragilità in alcuni punti, ma non tali da impedirne l’utilizzo. I danni subiti dalla struttura sono stati di entità ridotta come conseguenze. In ogni caso, concordo sulla necessità di un monitoraggio continuo».

Confermati nella riunione i lavori in altri impianti, come al campo Pino Cozzi e a quello di via dell’Amicizia. Gli spogliatoi del primo e il campo a 11 del secondo saranno pronti tra agosto e settembre.

Al via i lavori per il campo a 11 in via Amicizia e per gli spogliatoi del Pino Cozzi

 

 

 

 

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 15 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore