Quantcast

Inaugurato il nuovo Dae sulla pista ciclopedonale tra Canegrate e San Giorgio

L'inaugurazione del presidio salvavita si è tenuta alla presenza sia del sindaco di Canegrate Roberto Colombo che del primo cittadino sangiorgese Walter Cecchin

Taglio del nastro per la nuova postazione Dae sulla pista ciclopedonale tra Canegrate e San Giorgio su Legnano

Taglio del nastro per la nuova postazione Dae sulla pista ciclopedonale tra Canegrate e San Giorgio su Legnano. L’inaugurazione del presidio salvavita si è tenuta alla presenza sia del sindaco di Canegrate Roberto Colombo che del primo cittadino sangiorgese Walter Cecchin.

Galleria fotografica

Taglio del nastro per la nuova postazione Dae sulla pista ciclopedonale tra Canegrate e San Giorgio su Legnano 4 di 5

Il defibrillatore è stato donato da Massimo Rendina ed installato da SessantamilaViteDaSalvare AltoMilanese, realtà guidata da Mirco Jurinovich che da anni si batte da ani sul territorio e non solo per implementare la rete Dae e sensibilizzare i cittadini sul tema. «Ricordiamoci sempre che le morti per arresto cardiaco in Italia si attestano ogni anno tra le 60mila e le 70mila – commenta Jurinovich -. Una cifra impressionante. Per ridurre questi numeri in maniera significativa basterebbe installare un gran numero di defibrillatori in tutti i luoghi pubblici. Dopo anni di lotta il disegno di legge che estende a tutti la possibilità di utilizzo dei defibrillatori semi automatici è stata approvata anche se mancano ancora i decreti attuativi. In ogni caso dobbiamo continuare a diffondere la cultura del soccorso: salvare una vita in caso di arresto cardiaco è possibile».

L’iniziativa è stata voluta e promossa dal Comune di Canegrate che ha scelto il luogo e messo a disposizione la teca. A collaborare anche la contrada Baggina, mentre il vivaio Meraviglia ha concesso l’utilizzo gratuito della corrente elettrica. Nel contempo il Comune di San Giorgio ha dato il suo benestare visto che la colonnina si trova a confine con il territorio sangiorgese. Un vero lavoro di squadra che ha permesso l’attivazione di questa 18esima postazione canegratese (la quarta per San Giorgio) in un area decisamente frequentata pedoni, ciclisti e podisti vista la sua vicinanza con il parco del Roccolo.

Da ricordare l’applicazione Progetto Vita promossa da SessantamilaViteDaSalvare che permette a tutti di partecipare in modo attivo alla rete di mutuo soccorso per i casi di emergenza cardiologica. Utilizzando la app per chiamare il 118 si attiva anche la rete di soccorso: i volontari di Progetto Vita vicini al luogo dell ’emergenza ricevono la richiesta tramite la app e possono correre in aiuto. «Grazie alla diffusione capillare dei defibrillatori sul territorio è probabile che qualche volontario di Progetto Vita nelle vicinanze possa raggiungere il luogo dell ’emergenza in pochi minuti, aumentando così le probabilità di sopravvivenza – spiega Jurinovich -. La app non si rivolge solo ai soccorritori, ma a tutte le persone: chiunque può usarla per chiamare il 118 attivando anche la rete di soccorso sociale».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Novembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Taglio del nastro per la nuova postazione Dae sulla pista ciclopedonale tra Canegrate e San Giorgio su Legnano 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore