Quantcast

“I sindaci sono la massima autorità sanitaria locale”. Lorenzo Radice chiede rispetto al governatore della Lombardia

Il sindaco di Legnano riprende una nota dei sindaci del PD che hanno appreso dalla TV le nuove restrizioni, senza essere stati consultati e coinvolti

legnano generica

Alza i toni della polemica il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice. Il tema è quello della pandemia, delle restrizioni e dei rispettivi ruoli tra quello dei sindaci e quello del governatore della Lombardia, Attilio Fontana.

«I sindaci sono la massima autorità sanitaria locale», scrive il sindaco di Legnano sulla sua pagina Facebook, «per questo condivido in pieno la battaglia dei colleghi dei comuni che sono stati collocati dall’ordinanza del Presidente Fontana in zona arancione-rafforzata senza essere stati minimamente coinvolti nella decisione ed avendo appreso della decisione direttamente dai giornali. Unità nel combattere la pandemia significa prima di tutto garantire il rispetto istituzionale».

La reazione di Lorenzo Radice segue una nota diffusa in tarda serata dai sindaci democratici in cui si afferma che “Fontana chiede collaborazione ai Comuni ma li mette di fronte al fatto compiuto, senza un minimo di condivisione e coinvolgimento nell’adozione di misure di contenimento della pandemia sul territorio. Non è ammissibile venire a conoscenza di ordinanze restrittive, che hanno conseguenze dirette sulla vita dei cittadini, alle 20 di sera da telegiornali e giornali locali. I sindaci, in qualità di autorità sanitarie locali, dovevano essere coinvolti. Al Presidente Fontana e a tutta la giunta chiediamo maggiore rispetto”.

Nuove ordinanze da Regione Lombardia: Viggiù, Bollate e tutta la provincia di Como in “arancione rafforzato”

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore