Quantcast

Al via la riqualificazione dell’illuminazione pubblica a Legnano, primi punti luce a led nell’Oltresaronnese

La riqualificazione dell'illuminazione pubblica partita con i primi punti luce a led in via Machiavelli porterà ad un taglio dei consumi energetici del 78%

Nuova illuminazione pubblica a Legnano

E luce fu. Dopo un percorso quantomeno travagliato, non ultimo dal punto di vista legaleha preso il via l’intervento di riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica di Legnano ad opera di Enel X, società alla quale dal 1° luglio sono state  affidate per i 16 anni gestione e manutenzione della rete dell’illuminazione: proprio oggi, mercoledì 3 agosto, nell’Oltresaronnese sono stati installati i primi punti luce a led, come nell’arco di un paio di anni avverrà in tutta la città con un taglio dei consumi energetici del 78% e una riduzione nelle emissioni di anidride carbonica pari a 1.300 tonnellate l’anno.

Galleria fotografica

Al via la riqualificazione dell'illuminazione pubblica a Legnano, primi punti luce a led nell'Oltresaronnese 4 di 10

«Questa è la prima lampada che cambiamo ed è un momento simbolico – ha sottolineato il sindaco Lorenzo Radice al momento dell’installazione -: Legnano attendeva questo momento da almeno dieci anni e voglio che tutta la cittadinanza sappia che grazie al partenariato con Enel X, al lavoro intenso degli ultimi mesi e a tutto quello che è stato fatto negli ultimi dieci anni dalle amministrazioni che si sono susseguite e dalla gestione commissariale finalmente oggi iniziamo a dare a Legnano quella luce nuova che ambiva di avere. È un momento importante perché Legnano, che è una città di dimensioni medio-grandi con una serie di particolarità e aveva davvero bisogno di questo progetto, si mette al passo con tante altre città italiane. Con questo intervento iniziamo anche a ridare sicurezza non solo alle aree industriali ma a tutta la città, e sappiamo quanto ce ne sia bisogno, e ridiamo anche qualità della vita. Oggi per me è un giorno luminoso e sono contento di assistere all’installazione di questa prima lampada».

Nuova illuminazione pubblica a Legnano

I lavori, che hanno come presupposto una classificazione degli assi viari e delle zone illuminate di Legnano e dureranno complessivamente due anni circa, prevedono innanzitutto la riqualificazione a led degli oltre 7mila punti luce presenti in città, più della metà dei quali sono ancora lampade a mercurio, in modo da raggiungere efficienze molto alte con potenze inferiori rispetto ad altre sorgenti e dare la luca giusta quando serve grazie ad un sistema di telecontrollo che permetterà di monitorare il funzionamento dei corpi illuminanti e di regolare i livelli di luce che producono da remoto. È in programma inoltre un’ampliamento della rete con il posizionamento di 155 nuovi impianti e l’installazione di oltre 3mila nuovi sostegni e si punterà anche sulla distribuzione luminosa, concentrando l’illuminazione sulla strada e migliorando così visibilità e sicurezza.

La riqualificazione dell’illuminazione pubblica includerà anche dei focus su alcuni centri nevralgici della città, come il Castello Visconteo, i monumenti, il centro storico e i manieri: le sedi delle contrade verranno valorizzate con l’installazione di due elementi di arredo che consentono di installare oltre al corpo illuminante anche un banner personalizzato con lo stemma delle contrade e lo stesso sistema verrà applicato anche per il Castello Visconteo, dove verranno illuminati il lato che affaccia sulla strada e i torrioni, verranno evidenziati gli stendardi delle contrade con una temperatura di colore diversa e sarà riorganizzata l’illuminazione del piazzale.

Nuova illuminazione pubblica a Legnano

Il progetto prevede inoltre il restyling illuminotecnico di 26 attraversamenti pedonali e la realizzazione di sistemi di illuminazione smart per altri 26, utilizzando cartelli illuminati, nuovi punti luce e sistemi salva-pedone con l’obiettivo di dare visibilità non tanto alle strisce, quanto a chi attraversa. Sempre in chiave smart city, è prevista anche la creazione di cinque nuove isole di ricarica per veicoli elettrici ma anche, ad esempio, per gli smartphone grazie a panchine dotate di pannelli fotovoltaici, dieci nuovi pannelli digitali a messaggio variabile con hot-spot WiFi, 36 sensori per il monitoraggio automatico dell’allagamento dei tombini e dei sottopassi e il monitoraggio dei principali parametri meteorologici e ambientali, dieci nuovi sistemi di videosorveglianza e dieci postazioni di video-analisi avanzata.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 03 Agosto 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Al via la riqualificazione dell'illuminazione pubblica a Legnano, primi punti luce a led nell'Oltresaronnese 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore