Quantcast

1500 chilometri in bici per ricordare i grandi del ciclismo, il marchio “Legnano” e sostenere la ricerca sul Parkinson

Enzo Tesoro, Roberto Damiani, Giorgio Bittanti, Massimo Monti, con la collaborazione di Angelo e Iose alla guida di un automezzo in appoggio, sono partiti domenica mattina, 19 settembre. Gireranno l'Italia da Castellania ad Assisi, fino a Trento e a Bergamo

Legnano ciclismo

Sono arrivati a Castellania, paese natale di Fausto Coppi, i quattro appassionati ciclisti legnanesi impegnati a percorrere sette giorni sulle strade dei grandi nomi del ciclismo, con lo scopo di  sostenere la ricerca sul Parkinson.

Enzo Tesoro, Roberto Damiani, Giorgio Bittanti, Massimo Monti, con la collaborazione di Angelo, Valerio, Sergio e Iose alla guida di un automezzo in appoggio, sono partiti domenica mattina, 19 settembre, dal Municipio di Legnano. Lungo un tracciato di 1500 chilometri, raggiunta Castellania, arriveranno a Ponte a Ema paese dove è nato Gino Bartali, quindi passeranno a Gaiole in Chianti e ad Assisi.  Poi a Cesenatico per ricordare Pantani, a Trento per Moser, e a Bergamo per Gimondi. Il ritorno a Legnano, lunedì 27 settembre

Una maratona ciclistica voluta anche per ricordare il marchio “Legnano”.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore