Quantcast

Il Centro antiviolenza Auser Filo Rosa trasloca nella villa confiscata alla ‘ndrangheta a Legnano

Il Centro antiviolenza ha traslocato nella villa sequestrata alla criminalità organizzata, in via Pasubio a Legnano. Da domani, 30 giugno, sarà a tutti gli effetti operativo

Auser Filo Rosa centro Antiviolenza

Il Centro antiviolenza di Auser Filo Rosa  trasloca nella villa sequestrata alla criminalità organizzata, in via Pasubio a Legnano. Il servizio, rientrante nella Rete Antiviolenza Ticino Olona, da oggi, 29 giugno, ha una nuova e più accogliente sede. Qui lavoreranno cinque psicologhe, quattro avvocati e una decina di volontarie.

«Finalmente siamo riuscite a raggiungere questo obiettivo – afferma Loredana Serraglia -. Abbiamo uno spazio idoneo per poter svolgere le attività del centro. La violenza sulle donne continua ad aumentare e la pandemia con le sue restrizioni non ha fatto altro che mettere ulteriormente in difficoltà le vittime».

Auser Filo Rosa Ticino Olona: «I casi di violenza sulle donne continuano ad aumentare»

L’immobile era stato sottratto alla ‘ndrangheta nel 2012 e poi assegnato al comune di Legnano dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata nel 2015. L’anno successivo l’amministrazione guidata dall’allora sindaco Alberto Centinaio aveva messo la villa a disposizione della Rete antiviolenza per la realizzazione di una struttura di accoglienza, con successiva partecipazione ad un bando regionale proprio per finanziare gli interventi di adeguamento necessari. Nonostante l’iter fosse stato poi portato avanti anche dalla giunta Fratus, il futuro dell’edificio è rimasto in stand by fino a dicembre 2020. Poi è arrivata la delibera per dare l’avvio alla riqualifica dell’immobile e da domani, 30 giugno, sarà a tutti gli effetti operativa la sede del Filo Rosa Auser .

«Siamo soddisfatte – commenta la consigliera Pinuccia Boggiani capogruppo del PD nonchè ex presidente dell’Auser Ticino Olona e attuale volontaria di Auser Filo Rosa -. Il trasferimento è stato effettuato nell’arco di pochi giorni ed è stato possibile farlo grazie e ai volontari di Auser filo d’argento. Finalmente, si è concretizzato un progetto ambizioso: dare una collocazione al servizio di aiuto alle donne vittime di violenza di genere. C’è ancora tanto da fare, ma noi non ci tireremo indietro».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore