Quantcast

Lite in Comune a San Vittore Olona, le precisazioni dell’Amministrazione

L'Amministrazione sanvittorese, dopo l'intervento dell'ex assessore Andrea Pessina, è torna a parlare dell'accesa discussione scoppiata nei giorni scorsi durante una Commissione Consigliare

San Vittore Olona sindaco Daniela rossi

L’Amministrazione di San Vittore Olona, guidata dal sindaco Daniela Rossi, l’intervento dell’ex assessore Andrea Pessina, è torna a parlare dell’accesa discussione scoppiata nei giorni scorsi durante una Commissione Consigliare: «Un increscioso episodio» a seguito del quale il primo cittadino ha tolto le deleghe di assessore ad Andrea Pessina. Una decisione presa per «salvaguardare la serena prosecuzione del mandato amministrativo».

Il diverbio si è acceso sul tema «impianti sportivi ». Per Pessina sono emerse situazioni «intollerabili» descritte in un «verbale del collaudo degli impianti sportivi dove il responsabile unico del procedimento e il capo dell’ufficio tecnico sono stati gravemente intimiditi». a fronte di ciò  l’ex assessore ha precisato di non aver avuto alternative: «La mia condotta è stata diretta a garantire gli interessi della collettività». Dal canto suo dall’Amministrazione hanno precisato che l’oggetto della discussione non è stato il collaudo dell’impianto sportivo bensì alcuni aspetti relativi all’esecuzione del contratto.  E non risulta affatto  che «il responsabile unico del procedimento e il capo settore dell’ufficio tecnico siano  stati intimiditi durante il collaudo e nel verbale del collaudo stesso non  vi sono elementi che possano supportare quanto asserito da Pessina.  Il capo settore dell’ufficio tecnico non era neanche presente al sopralluogo avvenuto in data 25 novembre 2011».

Per la giunta Rossi l’ex assessore non ha mai prodotto prove certe che avvalorassero la sua tesi: «In riferimento al contratto Pessina cita e comunque in tutte le procedure amministrative sia gli amministratori sia i funzionari hanno sempre avuto una condotta diretta a garantire gli interessi della collettività. Peraltro Pessina è stato titolare dell’assessorato fino alla revoca di alcuni giorni fa e non ha mai prodotto documentazione che dimostrasse la fondatezza di alcune sue opinioni. Per quanto concerne la dinamica di quanto accaduto il 12 luglio scorso l’Amministrazione non commenta in quanto sono in corso delle indagini».

Il sindaco Rossi ha poi ringraziato i sanvittoresi per le dimostrazioni di vicinanza ricevute: «Carissimi cittadini desidero ringraziare i tanti, tanti di voi che con telefonate e messaggi mi hanno dimostrato la loro vicinanza e il loro sostegno per l’episodio di cui sono stata vittima inerme – afferma il sindaco Rossi -. Una cosa inspiegabile e triste che non scalfisce la volontà mia e della mia Amministrazione di portare avanti il programma elettorale con determinazione e impegno. Le cose da fare sono tante e non saranno sterili e meschine litanie o deprecabili ma estemporanei episodi a distoglierci dall’obiettivo. Siete stati una grande consolazione».

Gea Somazzi
gea.somazzi@legnanonews.com
Noi di LegnanoNews abbiamo a cuore l'informazione del nostro territorio e cerchiamo di essere sempre in prima linea per informarvi in modo puntuale.
Pubblicato il 15 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore