Quantcast

Accesa lite in Comune a San Vittore Olona, la minoranza: «Sindaco e giunta dovrebbero dimettersi»

Con pugno duro la minoranza è intervenuta sui fatti accaduti durante l'ultima commissione consigliare a San Vittore Olona: «Quanto accaduto è istituzionalmente inqualificabile»

comune san vittore olona

«L’attuale maggioranza ha dato una pessima prova  di sè dimostrando  di non saper  confrontarsi  nemmeno al proprio interno». Così i consiglieri di minoranza di San Vittore Olona hanno commentato l’acceso diverbio scoppiato in commissione consigliare tra l’ormai ex assessore Andrea Pessina e il sindaco Daniela Rossi. Una lite che è di fatto degenerata, tanto da far arrivare i carabinieri. Un fatto ritenuto così grave da indurre il primo cittadino a togliere a Pessina l’incarico di assessore. Una scelta, quella ufficializzata mercoledì 13 luglio che è stata fatta per «salvaguardare la serena prosecuzione del mandato amministrativo».

Con pugno duro la minoranza è intervenuta affermando: «Una maggioranza incapace di confrontarsi civilmente al suo interno non può essere in grado di confrontarsi con i cittadini o con qualsiasi persona che non sia d’accordo con le sue idee». Nella nota firmata da Roberto Morlacchi e Maura Alessia Pera della lista Centrodestra Morlacchi Sindaco, con Paolo Salmoiraghi e Marco Zerboni della lista civica Per San Vittore Olona, Salmoiraghi Sindaco si legge: «Quanto accaduto è istituzionalmente inqualificabile ed evidenzia un’incapacità relazionale all’interno della stessa Giunta. Le criticità si erano subito evidenziate ed hanno sortito, prima la riduzione delle deleghe all’assessore Colombo, successivamente le censure sull’operato esternate da Pino Bravin, ora l’acceso confronto con l’assessore Pessina al quale sono state revocate le deleghe».

La minoranza si è poi chiesta quale argomento può aver acceso così tanto gli animi. Una domanda che sarà certamente posta durante il prossimo remo in Consiglio Comunale. «Che dire poi della questione dell’aumento di stipendio balzato agli onori della cronaca – affermano i consiglieri di minoranza -, probabilmente il sindaco sarà ricordato solo per questo episodio. Il caos è totale, sindaco e Giunta se in possesso di senso civico, come il nome della lista   che rappresentano, “civicamente”, dovrebbero dimettersi. Come potrà questa maggioranza, da subito scricchiokante, ignorare l’accaduto e proseguire il suo claudicante cammino fino alla naturale scadenza del mandato.  Finora ha brillato per aver distrutto tutto quanto avevano fatto le precedenti amministrazioni, azzerando eventi, iniziative e progetti, solo per citarne alcuni: Mulino Day, Donne In Canto, Città che Legge, Mercato Contadino. Sarebbe dignitoso  assumersi le proprie responsabilità nei confronti dei  cittadini,  fare un passo indietro e dimettersi».

Accesa lite in Comune a San Vittore Olona, il sindaco toglie l’assessorato a Pessina

Gea Somazzi
gea.somazzi@legnanonews.com
Noi di LegnanoNews abbiamo a cuore l'informazione del nostro territorio e cerchiamo di essere sempre in prima linea per informarvi in modo puntuale.
Pubblicato il 13 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore