Quantcast

Atto vandalico ai danni della palestra di via Roma a Nerviano. E in paese scoppia la polemica

L'atto vandalico, che ha causato danni ai distributori automatici e il furto di alcune maglie, ha provocato un botta e risposta nella politica cittadina

atto vandalico nerviano

Atto vandalico ai danni della palestra di via Roma a Nerviano. I vandali, che si sono introdotti nell’impianto sportivo presumibilmente nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 maggio, hanno danneggiato i distributori automatici e rubato alcune magliette, lasciandosi alle spalle il caos che purtroppo fa abitualmente da cornice a questi gesti di inciviltà. Oltre ai vetri rotti e alle macchinette danneggiate, però, il “raid” in palestra ha portato con sé anche un’interrogazione presentata da Lega, Gruppo Indipendente Nervianese per chiedere conto all’amministrazione della denuncia, della quantificazione dei danni e di come Piazza Manzoni intenda agire «affinché simili atti di vandalismo non si ripetano in futuro».

atto vandalico nerviano

«Purtroppo atti di vandalismo come questi succedevano prima e accadono anche oggi, naturalmente la speranza e l’obiettivo è quello di riuscire a prevenirli – ha sottolineato il consigliere Massimo Cozzi a commento dell’interrogazione -. Quale è la differenza rispetto al passato? Semplicemente che prima, non appena accadevano, venivano sparati subito sui gruppi social e sui giornali, con l’immancabile colpa data all’amministrazione comunale. Oggi invece nulla di tutto questo, visto che deve passare l’immagine di una Nerviano perfetta, dove tutto funziona, rispetto a prima. Ma leggendo faticosamente tutto il protocollo in entrata e in uscita, nei ritagli di tempo a disposizione, le cose si scoprono e cerco così di fare al meglio il ruolo di opposizione. Che poi questo dia fastidio, la cosa mi rende solo felice».

«La denuncia dell’accaduto è stata predisposta direttamente alla USD Nervianese – Sezione Pallacanestro – ha spiegato il sindaco Daniela Colombo rispondendo all’interrogazione -. I vetri danneggiati sono stati ripristinati dal gestore competente e dagli addetti comunali e le maglie oggetto di furto sono state ritrovate il giorno seguente al parco della ex Meccanica». Ma la prima cittadina ha colto anche l’occasione dell’interrogazione sull’atto vandalico per togliersi un sassolino dalla scarpa. «In merito ad atti vandalici accaduti sul nostro territorio il consigliere Massimo Cozzi negli ultimi mesi ha inviato tre “interrogazioni urgenti” alla sottoscritta relativamente ai pistoni dei cancelli dell’area cani di via Roma e del parco di via Duca di Pistoia danneggiati, ad una casetta di plastica parzialmente rovinata nella scuola dell’infanzia di Via dei Boschi e a due vetri rotti e qualche maglietta rubata nella palestra di via Roma ritrovata poi nei giardini dell’ex Meccanica. Che si tratti di atti censurabili non c’è dubbio; certo è che se queste sono le priorità per “fare al meglio il ruolo di opposizione” – cito testualmente il consigliere -, credo che Nerviano si dovrà accontentare…».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore