Quantcast

Furti al cimitero di Nerviano, rubati due monumenti di bronzo alti più di un metro

Sui furti al cimitero di Nerviano indagano i Carabinieri, che hanno già richiesto alla Polizia Locale le immagini dell'impianto di videosorveglianza

furti cimitero nerviano

I furti nei cimiteri, soprattutto quelli di arredi funebri in bronzo ma non solo, sono ormai purtroppo quasi un cliché: dai “rubagalline” che fanno razzia di fiori sulle tombe fino a chi lo scorso anno ha trafugato dal cimitero di Parabiago il busto in bronzo sulla tomba di Libero Ferrario, primo italiano a conquistare la maglia iridata ai campionati del mondo di ciclismo su strada disputati a Zurigo del 1923, anche nel Legnanese si rincorrono le notizie relative alle “gesta” dei ladri nei cimiteri.

furti cimitero nerviano

Non fa eccezione Nerviano, che la scorsa settimana ha dovuto fare i conti con le segnalazioni di almeno due episodi di furti nel camposanto del capoluogo, dal quale sarebbero stati trafugati due monumenti di bronzo alti circa un metro e mezzo. I fatti al momento sono al vaglio dei Carabinieri, ai quali gli interessati hanno presentato denuncia: i militari hanno già richiesto alla Polizia Locale le immagini riprese dall’impianto di videosorveglianza attivo al cimitero, che il Comando di via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa aveva già provveduto a proteggere dalla sovrascrittura non appena avevano avuto notizia dei furti.

Al momento, essendo le indagini tuttora in corso, il riserbo su eventuali elementi emersi è massimo, ma prossimamente anche il sindaco Daniela Colombo e l’assessore ai lavori pubblici Sergio Parini effettueranno un sopralluogo al cimitero e parleranno con il custode per comprendere meglio la dinamica dei fatti. I furti nei giorni scorsi sono peraltro finiti al centro anche di un’interrogazione con richiesta di risposta scritta presentata dall’ex primo cittadino Massimo Cozzi, che proprio a fronte dalla presenza dell’impianto di videosorveglianza e, a giorni alterni, di un custode ha chiesto conto all’amministrazione della presenza di eventuali «elementi utili per risalire ai responsabili dei furti» e di «come si intende intervenire per rafforzare la prevenzione verso questi ignobili atti in un luogo così caro ai nervianesi».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore