Quantcast

San Giorgio, taglio del nastro per la targa dedicata a Falcone e Borsellino

San Giorgio ha ricordato Falcone, Borsellino e tutte le vittime delle mafie con una nuova targa nel piazzale accanto alla scuola primaria, che da oggi porta il nome dei due magistrati

Inaugurazione targa Falcone e Borsellino San Giorgio su Legnano

Sabato 23 maggio 1992, ore 17.57. Sulla A29, all’altezza di Capaci, si apre una voragine di 30 metri per l’esplosione di una carica di tritolo, RDX e nitrato d’ammonio con una potenza pari a 500 chili di tritolo fatta saltare in aria mentre passava il magistrato antimafia Giovanni Falcone e insieme a lui si porta via la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Domenica 19 luglio 1992, ore 16.58. Sono passati 57 giorni dalla strage di Capaci. Paolo Borsellino salta in aria nel cuore di Palermo, in via D’Amelio, vicino all’abitazione di sua madre e sua sorella. Una Fiat 126 con il suo carico da circa 100 chili di tritolo esplode al suo passaggio e uccide, insieme al procuratore aggiunto della Procura di Palermo, cinque agenti della sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Generica 2020

Galleria fotografica

Inaugurazione targa Falcone e Borsellino San Giorgio su Legnano 4 di 18

Oggi, mercoledì 29 settembre, San Giorgio su Legnano ha ricordato Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutte le vittime cadute per mano delle mafie con il taglio del nastro della nuova targa dedicata ai due magistrati e posizionata nel piazzale accanto alla scuola primaria del paese, che d’ora in avanti porterà il nome delle due toghe ricordando giorno dopo giorno a tutti i cittadini e soprattutto agli studenti il loro sacrificio.

Proprio ai più giovani, infatti, è dedicata la frase che accompagna l’immagine di Falcone e Borsellino, scelta dai cittadini stessi attraverso un sondaggio, una citazione di Antonio Caponnetto che recita “La mafia teme la scuola più della giustizia, l’istruzione toglie erba sotto i piedi della cultura mafiosa”. «É un messaggio fortissimo – ha ricordato il sindaco Walter Cecchin durante la cerimonia di inaugurazione rivolgendosi agli studenti -, soprattutto per voi ragazzi. Questo luogo vi deve ricordare ogni giorno che ognuno di voi deve combattere affinché ci sia giustizia: questo è lo scopo per cui abbiamo posizionato la targa in questo luogo, che da oggi non sarà più un parcheggio ma un punto importantissimo del nostro paese come lo è Piazza 4 Novembre, dove c’è il Monumento ai Caduti nella guerra: qui invece ricordiamo i caduti per la lotta contro la mafia, non solo questi due magistrati ma tutti i caduti, affinché diventi un monito ogni giorno per non dimenticare mai queste parole».

Inaugurazione targa Falcone e Borsellino San Giorgio su Legnano

«Gesti come questo tracciano un solco importante tra chi sceglie di ricordare e chi, magari anche involontariamente, preferisce ignorare o dimenticare – gli ha fatto eco l’onorevole legnanese Riccardo Olgiati, che non ha potuto essere presente fisicamente ma ha comunque voluto far arrivare ai ragazzi il suo pensiero -. Ricordare Falcone e Borsellino, due uomini di Stato che hanno dato la loro vita per il contrasto alla mafia, è il primo fondamentale passo per costruire una comunità migliore e dai valori alti. I passi successivi sono quelli di studiare la loro storia, ascoltare le loro parole, imitare i loro comportamenti. L’invito che voglio fare a voi ragazzi è quello di essere curiosi: quando tornerete in classe chiedete ai vostri insegnanti di raccontarvi la loro storia e ascoltateli con attenzione, perché dalla loro storia potrete capire cos’è la mafia, e una volta imparata la loro storia raccontatela ai vostri amici e non dimenticatela mai perché voi giovani siete il futuro dell’Italia, la prossima classe dirigente, i prossimi magistrati, colore che indirizzeranno le scelte della società nei prossimi decenni e soprattutto coloro che avranno il compito di trasmettere a chi verrà dopo di voi i valori per cui vale la pena di battersi».

La nuova targa, che ha ricevuto anche la benedizione del parroco don Antonio, è stata “tenuta a battesimo” anche dal presidio legnanese di Libera. «Le due parole d’ordine per la nostra associazione sono memoria e impegno – ha ricordato il rappresentante Gian Piero Colombo -: l’una non può esistere senza l’altra, entrambe sono la radice del nostro essere cittadini e del nostro fare associazione. Un grande scrittore (il premio Nobel José Saramago, ndr) disse che “Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo: senza memoria non esistiamo, e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere”. C’è un filo che lega tutte le iniziative e le attività di Libera: tenere viva la memoria e il ricordo di tutte le donne e gli uomini che si sono sacrificati per la lotta alle mafie o sono state vittime innocenti della violenza mafiosa: è qui che affondano le radici del nostro impegno. Libera sarà sempre al fianco di chi si impegna per costruire una società libera dalle mafie, dalla corruzione e da ogni tipo di malaffare».

Inaugurazione targa Falcone e Borsellino San Giorgio su Legnano

Ma i veri protagonisti della cerimonia sono stati gli studenti, che ricordando la figura di Falcone e Borsellino e dando voce a ricordi e testimonianze sulla vita dei due magistrati hanno posato metaforicamente accanto alla pietra che accoglie la targa un’altra pietra: quella del loro impegno per costruire un mondo dove la parola mafia sia solo un brutto ricordo, dove le idee dei due magistrati e di quanti come loro hanno sacrificato tutto, perfino la vita, per sconfiggere la criminalità organizzata continuino a «camminare sulle gambe di altri uomini». A loro la dirigente scolastica Elena Osnaghi ha rivolto l’invito ad essere la voce «dei due magistrati e di tutti coloro che sono morti per la patria, per la difesa della libertà, dei diritti e della giustizia. Come? Dando voce alla giustizia a scuola contro qualsiasi forma di sopruso».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Inaugurazione targa Falcone e Borsellino San Giorgio su Legnano 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore