Quantcast

Da Parabiago alle Olimpiadi di Tokyo, Martina Alzini convocata per il ciclismo su pista

La campionessa parabiaghese, alla sua prima convocazione olimpica, ha alle spalle una lunga serie di vittorie, tra cui il doppio argento agli ultimi europei di ciclismo su pista

Martina Alzini

Da Parabiago alle Olimpiadi di Tokyo. Martina Alzini, ciclista parabiaghese portacolori della Valcar Travel & Service, è tra le sei convocate del commissario tecnico Edoardo Salvoldi per la nazionale di ciclismo su pista per i prossimi Giochi Olimpici insieme a Elisa Balsamo, Rachele Barbieri, Martina Fidanza, Vittoria Guazzini e Letizia Paternoster. Per Tokyo, però, partiranno solamente in cinque.

«È una grande gioia ed anche un grande impegno per questa Federazione – ha sottolineato il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Cordiano Dagnoni al momento della comunicazione dei nomi degli atleti convocati per le prossime Olimpiadi -, appena rinnovata nei vertici, presentare questo appuntamento. Siamo al cospetto di un fatto eccezionale per un consiglio federale: preparare e vivere due Giochi nello stesso mandato. Si tratta di una sfida stimolante, che ci vede impegnati tutti al massimo».

Classe 1997, Alzini è «cresciuta in una famiglia di sportivi e a sei anni ha iniziato a praticare diversi sport, dalla danza alla pallavolo, per poi scegliere il ciclismo – come si legge nel profilo dell’atleta tracciato dal Coni -. Come gran parte delle cicliste moderne alterna l’attività su strada con quella in pista e ritiene la squadra un valore fondamentale di questo sport, anche in quelle gare dove a vincere è il singolo. La sua prima vittoria in maglia azzurra l’ha ottenuta all’età di 16 anni quando vinse l’oro su strada agli EYOF di Utrecht. Iscritta all’Università dell’Insubria dove studia lingue straniere ama rilassarsi guardando serie TV e quando può le piace aiutare sua mamma ai fornelli».

La campionessa parabiaghese, alla sua prima convocazione olimpica, ha alle spalle una lunga serie di vittorie, tra le quali la medaglia d’argento nell’inseguimento individuale e a squadre ai Campionati Europei su pista di Plovdiv in Bulgaria di novembre 2020, la vittoria nell’eliminazione ai Campionati Italiani su pista di Ascoli Piceno dello scorso ottobre e, giusto per ricordare solo quelle ottenute nel 2019, la medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre agli Europei su pista di Gand nella categoria Under 23, ai Giochi Europei nell’inseguimento a squadre di Minsk e alla Coppa del Mondo su pista nell’inseguimento a squadre di Hong Kong, la medaglia di bronzo nella Coppa del Mondo su Pista nell’inseguimento a squadre a Cambridge e la medaglia di argento ai Campionati Italiani su pista nella categoria Elite. Martina Alzini detiene anche il record italiano nell’inseguimento a squadre con il tempo di 4’15″255, stabilito a inizio 2020 con Elisa Balsamo, Letizia Paternoster e Silvia Valsecchi.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 28 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore