Quantcast

88mila euro alle scuole di Parabiago per il “Piano Estate”

Le scuole di Parabiago con il Piano Estate offriranno agli studenti corsi e laboratori per recuperare le competenze scolastiche e, soprattutto, la socialità

scuola

Il “Piano Estate” porterà alle scuole di Parabiago fondi per poco più di 88mila euro: grazie ai fondi stanziati dal Governo con il Decreto Sostegni, infatti, sono stati assegnati 17.023,12 euro all’istituto comprensivo Viale Legnano, 25.485,47 all’istituto comprensivo Via 4 Novembre, 25.091,88 euro al liceo Cavalleri e 20.427,74 euro all’ITET Maggiolini.

Il pacchetto di risorse disponibili ammonta in tutto a 510 milioni di euro: 150 milioni stanziati dal Governo attraverso il Decreto Sostegni, 320 milioni in arrivo dal programma operativo nazionale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca finanziato dai fondi strutturali europei e 40 milioni dai finanziamenti per il contrasto delle povertà educative. Alle scuole di Parabiago, però, almeno per ora arriveranno solo i fondi messi in campo con il Decreto Sostegni: sia l’istituto comprensivo Viale Legnano che l’istituto comprensivo Via 4 Novembre, infatti, avevano fatto richiesta anche per i fondi europei, ma pur rientrando nella graduatoria finale approvata dal MIUR non figurano nell’elenco dei progetti autorizzati pubblicato lunedì 7 giugno da Viale Trastevere. Risultato che del resto sarebbe stato del resto difficile ottenere dal momento che il Ministero ha deciso di assegnare solamente il 20% alle Regioni del Nord Italia.

Con questi fondi i due istituti comprensivi cittadini offriranno agli studenti tre settimane di corsi e laboratori mattutini che permettano di recuperare le competenze scolastiche, ma anche e soprattutto di recuperare quella socialità alla quale bambini e ragazzi troppo spesso hanno dovuto rinunciare nell’ultimo anno.

I.C. VIALE LEGNANO

All’istituto comprensivo Viale Legnano grazie ai fondi del Piano Estate verranno attivate tre “bolle”, ovvero tre gruppi, per la scuola secondaria e due per la scuola primaria, ognuna delle quali accoglierà poco più di venti alunni. Le attività del Piano Estate prenderanno il via lunedì 14 giugno e proseguiranno fino a lunedì 2 luglio nella sede centrale, ovvero quella secondaria Rapizzi, con un’ampia gamma di proposte organizzate in orario mattutino.

«Abbiamo aderito con grandissimo entusiasmo all’iniziativa – sottolinea la dirigente scolastica Monica Fugari -: essere aperti alla comunità è la mission che ci diamo come scuola e questa è un’occasione per ribadire che la scuola è presente. Dal collegio docenti è arrivata un’ottima risposta e anche le famiglie si sono dimostrate desiderose di sfruttare questa opportunità. Mi spiace non siano arrivati più fondi che ci avrebbero permesso di fare di più, ma qualora arrivino altre risorse siamo pronti ad attivarci per utilizzarli».

I laboratori non si concentreranno solamente sul recupero degli apprendimenti, ma spazieranno da proposte sperimentali come il coding ad altre volte al recupero della manualità dopo che per un anno gli studenti sono stati quasi quotidianamente alle prese con le nuove tecnologie per le misure anti-Covid. Via libera, quindi, ad attività legate alla sostenibilità e al riciclo creativo, al teatro (anche in inglese), alla musica, alla scrittura creativa e alla botanica, oltre che a progetti sportivi che partano da un approccio ludico per imparare le regole.

Il tutto nell’ottica di investire sulla socialità. «Gli alunni lavoreranno in gruppi chiusi per garantire la tracciabilità di eventuali casi di coronavirus, ma saranno comunque gruppi trasversali – aggiunge la preside -: in questo modo i ragazzi potranno conoscere anche studenti di altre classi e le attività creeranno anche momenti di scambio».

I.C. VIA 4 NOVEMBRE

L’istituto comprensivo “Via 4 Novembre” per il Piano Estate ha scelto di mettere a disposizione degli studenti da lunedì 14 giugno a lunedì 2 luglio 15 laboratori da 30 ore ciascuno pensati in chiave ludica, in modo da permettere il recupero e il consolidamento delle competenze scolastiche ma anche da diventare spazi di socialità. Gli studenti potranno frequentare le attività la mattina per 4 ore al giorno dal lunedì al venerdì, e anche in questo caso la varietà non manca.

Per la scuola primaria l’istituto propone i laboratori di lettura creativa “Viaggiamo tra le parole”, di arte “Artisti in erba” e di lingua italiana “Parole in gioco” per le prime, di lettura animata “Diamo vita alle storie”, di matematica “Numeri in gioco” e di lingua italiana “Parole in gioco” per le seconde, di geometria “Giochiamo con le linee”, di teatro “A ciascuno la sua parte” e di scrittura “Giochiamo con le parole” per le terze, di scienze “Eureka”, di coding “Co-digitando” per le quarte e di scrittura “Giochiamo con le parole” per le quarte. Per la scuola secondaria di primo grado, invece, non è prevista la divisione in base alla classe: i gruppi di lavoro saranno eterogenei e si occuperanno di lingua italiana con “Parole in gioco”, di scrittura e lettura creativa con “Il potere magico della parola”, di musica con “Viaggio attraverso testi e suoni” e di matematica con “Numeri e figure in gioco”.

«I laboratori saranno tenuti da docenti interni che hanno accolto con entusiasmo la sfida di mettersi in gioco per accompagnare i nostri studenti anche in questa nuova “avventura” – spiega la dirigente scolastica, Antonina Mirabile -. I destinatari, alla luce delle iscrizioni pervenute, rappresentano tutti i volti della nostra popolazione scolastica: c’è spazio per le fragilità ma c’è spazio anche per le eccellenze in un coro di talenti che si arricchiscono dal confronto vicendevole. Ogni famiglia, nel ricco panorama delle proposte che la cittadina di Parabiago offre, ha potuto liberamente orientarsi verso l’opzione più rispondente alle proprie esigenze ed alle proprie attese. Siamo certi che l’esperienza possa rappresentare un’ulteriore occasione di crescita per tutti e per ciascuno. Ringraziamo le famiglie per la fiducia che, anche in questa occasione, hanno riposto nella nostra comunità scolastica e condividiamo con i nostri studenti la gioia di vivere la scuola come luogo di “ben-essere”».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore