Quantcast

Bilancio 2021: a Canegrate si punta sulla scuola, la digitalizzazione e il sociale

In questi giorni è stato presentato il Bilancio di previsione 2021. Per il diritto allo studio saranno stanzianti quasi 2.5 milioni. Nella biblioteca ci sarà un "MiniUrp". Importante anche la voce Opere Pubbliche

scuola aldo moro canegrate

Scuola, digitalizzazione, sociale e opere pubbliche. Sono alcune delle voci più importanti del bilancio di previsione 2021 di Canegrate presentato in questi giorni in Consiglio Comunale. Tra i diversi importanti obiettivi delineati, come ha spiegato l’assessore Matteo Modica, c’è l’implementazione dell’organico della Polizia Locale, che ha ricevuto un riconoscimento da parte della Regione Lombardia per il suo operato. La realizzazione di un nuovo piano agli studi che tra l’altro prevederà la strutturazione di un sistema di assistenza psicopedagogica da 0 a 14 anni, oltre che il rafforzamento della digitalizzazione. La connettività non sarà migliorata solo nel mondo scolastico, ma anche nello stesso Comune dove per migliorare alcuni servizi saranno anche rinnovati i software dell’anagrafe e della segreteria.

A livello complessivo la spesa corrente dell’esercizio 2021 ammonta ad 8.189.148,96 euro. Le spese in conto capitale per il 2021, invece, ammontano ad 2.755.222,51 euro. All’interno di questo elenco vi sono diverse voci legate a quanto già deliberato nel corso del 2020.

SCUOLA – Sono state confermate le voci a sostegno dell’attività scolastica e i servizi di supporto all’istruzione (trasporto, mensa e pre/post scuola). Come precisa Modica con l’assessore all’Istruzione Zambon : «Il Comune di Canegrate destina quindi al settore dell’istruzione e del diritto allo studio quasi 2.5 milioni di euro ricomprendendovi anche il settore educazione da 0 a 6 anni, con un progetto per una nuova gestione dell’asilo nido».

OPERE PUBBLICHE – Tra i numerosi interventi di manutenzione l’assessore Modica ha ricordato il terzo lotto per la messa in sicurezza della scuola secondaria Manzoni (mutuo di 640.000 euro al lordo di eventuali contributi regionali). Il secondo lotto dei lavori relativi al progetto di messa in sicurezza ed adeguamento alle norme di prevenzione incendi della palestra Falcone e Borsellino (con i 180.000 stanziati dal Ministero dell’interno).A questi si aggiungono i lavori per rinnovare strade marciapiedi per abbattere le barrire architettoniche (mutuo da 150.000 euro). Nel lungo elenco non mancano interventi per i centri sportivi canegratesi: «Perchè lo sport – commenta Modica – è importante e proprio per questo abbiamo previsto aiuto per le associazioni sportive». Il Comune, senza impegnare risorse, con la collaborazione con il Gestore del Servizio Idrico Integrato per ridurre gli effetti dei fenomeni temporaleschi intensi ha elaborato un progetto per realizzare sistemi di raccolta delle acque meteoriche: «Nel 2021 gli interventi riguarderanno il comparto industriale di via Cavalese e la via Bellini – precisa Modica con l’assessore Spirito -, mentre un ultimo intervento riguarda in generale il comparto Cascinette, con realizzazione di una vasca volano interrata, da avviarsi nel 2022».

SERVIZI SOCIALI – I servizi sociali continueranno le loro attività per sostenere le fasce fragili le cui fila purtroppo si sono rinfoltite proprio a causa della crisi provocata dal Covid-19. «Qiesto è un settore nel quale il nostro Comune è sempre stato fortemente impegnato, sia sul fronte del sostegno alle situazioni di fragilità che sulla tutela minori – commenta Modica -. La previsione di spesa di oltre 2.291.463,50 euro lo conferma. Il 2020 ha poi accentuato l’attenzione sul tema della cura degli anziani non autosufficienti tramite il sostegno economico per i ricoveri in RSA. Occorre anche ricordare l’impegno che dovrà essere dedicato nella gestione dell’emergenza Covid-19, non solo nell’ambito dei servizi di assistenza, sostegno e contribuzione economica, ma anche nelle iniziative di coordinamento che sarà opportuno mettere in campo nella gestione della pandemia e delle relative campagne vaccinali».

CULTURA E BIBLIOTECA – A soffrire maggiormente è il mondo della Cultura che come spiega l’assessore Auteri «Cerca di resistere anche se sarebbe necessario aprire gli spazi culturali». Di sicuro durante l’anno saranno realizzati diversi progetti per cercare di rendere la cultura più fruibile nei tempi del digitale. Punto centrale sarà la biblioteca che continuerà ad implementare le offerte permettendo ai canegratesi anche di poter accedere a un “MiniUrp” comunale (investimento annuale di 10.000).

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 05 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore