Quantcast

Sindaco di Villa Cortese: «Nessuna corsa per far ripartire il cantiere delle elementari prima delle elezioni»

il sindaco di Villa Cortese, Alessandro Barlocco, risponde alle perplessità presentate da Elena Fornara consigliera di minoranza del gruppo Nuovamente Villa

Villa Cortese

«Nessuna corsa per far ripartire il cantiere delle elementari prima delle elezioni». Così il sindaco di Villa Cortese, Alessandro Barlocco, risponde alle perplessità presentate da Elena Fornara consigliera di minoranza del gruppo Nuovamente Villa. «Il riavvio del procedimento per la possibile revoca del contratto in essere – precisa il sindaco -, allo stato attuale, è doveroso sul piano tecnico-giuridico visti gli esiti negativi e il rigetto delle diverse impugnative e istanze proposte dalla ditta davanti agli organi giudiziari competenti».

La prima pietra era stata posata lo scorso luglio 2020. A distanza di pochi mesi, nello specifico ad ottobre, l’impresa appaltatrice è risultata colpita da un provvedimento di sospensione dell’attività a causa di un lavoro aperto in un’altra Regione. Da qui il blocco del cantiere nell’autunno del 2020. In questi primi giorni di gennaio, il primo cittadino ha annunciato di voler sciogliere il contratto con la ditta appaltatrice così da poter procedere all’apertura di una nuova gara d’appalto per la costruzione delle scuole elementari.

«L’azione di questa Amministrazione è volta solo ed esclusivamente a perseguire gli interessi della Comunità di Villa Cortese e non certo a rincorrere la data delle elezioni e accelerare i tempi per fini propagandistici, come invece afferma la minoranza – precisa con forza il sindaco -. A dimostrazione di ciò, come già espresso durante l’ultima consulta, sottolineo che, purtroppo, la strada intrapresa che potrebbe portare allo scioglimento del contratto e alla successiva riassegnazione dei lavori è ancora lunga e ben difficilmente si concluderà entro la prima metà di quest’anno. Alla luce dei molteplici passaggi giudiziari, nonché per il fatto che l’eventuale scioglimento del rapporto dipende da un provvedimento di una autorità amministrativa superiore e non da una mera scelta del Comune, risulta assai remoto il rischio paventato dai consiglieri di minoranza di dover opporci a eventuali richieste di risarcimento. Detto ciò se dovessero intervenire nuove decisioni da parte degli organi giudiziari e amministrativi, sempre nell’interesse del nostro Comune, tutte le ulteriori ipotesi su come procedere saranno adeguatamente verificate».

Il primo cittadino ha poi precisato che, la riassegnazione alle ditte in base allo scorrimento della graduatorie non comporta un incremento dei costi dell’opera. «Come già descritto, la graduatoria non dipende solo dallo sconto proposto ma il punteggio è una combinazione di più elementi di valutazione – commenta Barlocco -. Chi si è classificato nei posti immediatamente successivi al primo, ad esempio, ha proposto uno sconto maggiore».

L’obiettivo è quello di riaprire presto il cantiere per il bene della comunità villacortesina. «Il ritardo dovuto a questa vicenda certamente ci dispiace molto. Personalmente però ci tengo a precisare che reputo un errore considerare la realizzazione della nuova scuola come un risultato (effimero) da attribuire a una parte o all’altra, a chi sta amministrando ora o a chi ci sarà dopo le elezioni… Per questo motivo mi preme sottolineare nuovamente che non si sta in alcun modo “facendo la corsa” per far ripartire il cantiere prima delle elezioni (di cui tra l’altro non conosciamo la data..). Ci siamo invece rimboccati le maniche e, agendo sempre con prudenza e nel rispetto della trasparenza e regolarità delle procedure, stiamo lavorando per completare al meglio e, certo, il prima possibile l’opera, unicamente perché consideriamo il progetto della nuova scuola un investimento di “largo respiro” e di grande importanza per il futuro di tutta la nostra Comunità e a beneficio delle generazioni che verranno».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore