Quantcast

Elementari di Villa Cortese, dopo lo stop saranno riaffidati i lavori

Il Villa Cortese ha deciso di sciogliere il contratto con la ditta appaltatrice così da poter procedere all'apertura di una nuova gara d'appalto

Villa Cortese la posa della prima pietra della scuola

Saranno riaffidati i lavori per la realizzazione delle nuove elementari di Villa Cortese. L’Amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Barlocco ha deciso di sciogliere il contratto con la ditta appaltatrice così da poter procedere all’apertura di una nuova gara d’appalto. La prima pietra era stata postata lo scorso luglio 2020 e a distanza di pochi mesi, nello specifico ad ottobre, è arrivata la brutta notizia.

Come ricorda il primo cittadino gli Uffici comunali villacortesini hanno scoperto che l’impresa appaltatrice è stata colpita da un provvedimento di sospensione dell’attività a causa di un lavoro aperto in un’altra Regione. Da qui il blocco del cantiere nell’autunno del 2020, un fermo che si è rivelato insormontabile. «La scelta, che in tutta evidenza ha allungato i tempi di realizzazione della nuova scuola, è stata fatta per evitare le più gravose lungaggini di probabili contenziosi e gli onerosi costi di eventuali risarcimenti – spiega il sindaco -. Si è voluto, pertanto, attendere l’esito delle diverse impugnative che l’impresa appaltatrice ha intentato contro il provvedimento ricevuto. Provvedimento che, ricordiamo, riguarda una vicenda legata ad un cantiere aperto dalla società in altra regione. Alla luce degli esiti negativi dei giudizi intentati, non riscontrando ad oggi elementi giustificativi diversi, si è ripresa la procedura per lo scioglimento dell’attuale contratto di appalto. Purtroppo sciogliere il contratto in essere non risolve il problema dall’allungamento dei tempi di realizzazione dell’opera in quanto l’iter per il riaffidamento dei lavori non sarà semplice sul piano tecnico amministrativo».

L’opera da 7,5 milioni di euro si sarebbe dovuta concludere entro la fine del 2021. Secondo il progetto l’edificio si svilupperà su due piani e prevede 15 aule didattiche, una biblioteca, 5 laboratori e un’ampia mensa oltre che 3000 metri quadrati di verde. «Seppure con rammarico per l’inevitabile prolungamento dei tempi, si evidenzia che la spiacevole vicenda non ha comportato esborsi di denaro per cui le risorse sono tutte a disposizione per poter far ripartire quanto prima i lavori – dichiara Barlocco -. Infatti ad oggi non sono state erogate somme di denaro alla ditta appaltatrice, né come pagamento di lavori, né come anticipazioni. L’Amministrazione Comunale pertanto proseguirà nelle successive fasi che porteranno alla ripresa del cantiere ribadendo come capisaldi il rispetto completo della regolarità delle procedura e la prudenza nell’utilizzo dei soldi dei cittadini di Villa Cortese».

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 18 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore