Quantcast

Vandali e rifiuti abbandonati al Parco del Roccolo, Legambiente scrive a Cucchi

Il Cigno Verde ha deciso di scrivere al sindaco per chiedere un regolamento per l'uso della porzione del Parco del Roccolo sul territorio di Parabiago

Flashmob Legambiente Parabiago

Troppi atti vandalici, picnic non autorizzati e rifiuti abbandonati al Parco del Roccolo. Legambiente vuole un cambio di passo per il polmone verde, e per questo ha deciso di chiedere l’intervento del sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi.

«I continui episodi di vandalismo, maleducazione e inciviltà all’interno del Parco del Roccolo hanno raggiunto livelli di guardia che esigono iniziative adeguate a evitarne il ripetersi – è la denuncia del Cigno Verde -: piccole e grandi discariche di rifiuti di ogni tipo, anche ingombranti, ritrovi di gruppi numerosi di persone in auto che organizzano picnic in aree non attrezzate, accendono fuochi e abbandonano i resti dei ritrovi (area Barsanella)».

Comportamenti, quelli messi nel mirino dalla sezione parabiaghese di Legambiente, che hanno già portato all’organizzazione di diverse iniziative da parte di cittadini e associazioni, tra pulizie delle aree più degradate e segnalazioni. A sostegno «della sensibilità ecologica della cittadinanza», quindi, la richiesta del Cigno Verde è quella di provvedere alla tutela del decoro e dell’integrità del territorio, adottando come misura straordinaria, il divieto di accesso ai mezzi motorizzati nel Parco del Roccolo e in via permanente un regolamento comunale che stabilisca le modalità di accesso e di fruibilità del territorio parabiaghese inserito nel parco stesso, come già messo in atto dagli altri comuni del parco».

Con un regolamento ad hoc – alla cui stesura Legambiente sarebbe pronta a collaborare – «la Polizia Locale, le GEV, le forze dell’ordine avrebbero a disposizione uno strumento più forte per dissuadere e sanzionare questi comportamenti inaccettabili».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore