Quantcast

San Giorgio, 2 giugno: “L’Italia unita può fare grandi cose”

San Giorgio ha ricordato il 2 giugno con un messaggio del sindaco Walter Cecchin dedicato al 74° anniversario dell'Italia repubblicana

bandiera italiana

Nessuna celebrazione di piazza quest’anno a San Giorgio su Legnano per la Festa della Repubblica: l’emergenza sanitaria non ha permesso al paese, come al resto d’Italia, di festeggiare il 74° anniversario dell’Italia repubblicana con le cerimonie che negli anni siamo stati abituati a conoscere. Il paese, però, non ha rinunciato a ricordare il 2 giugno e l’ha fatto con un messaggio del primo cittadino, Walter Cecchin, affidato ai canali social del Comune.

«Oggi è la Festa della Repubblica: una data importante quella del 2 e 3 giugno del 1946, dove con un referendum gli italiani che avevano vissuto personalmente quei periodi hanno scelto tra monarchia e repubblica – è il messaggio indirizzato dal sindaco ai suoi concittadini -. Ringrazio ogni giorno quegli Italiani per averci fatto vivere in un Paese libero, libero anche di non condividere un pensiero ma di poterlo esprimere senza paura. Anche allora come oggi, purtroppo, siamo un popolo e Paese diviso, dove all’unità d’Italia del 1861 non è mai seguito l’unità degli Italiani. Non ci hanno saputo nemmeno unire le Frecce Tricolori che per la prima volta hanno sorvolato tante città in segno di unità e speranza. Non ci unisce il tricolore che anche in questa giornata, abbiamo timore di esporre alle nostre finestre. Per alcuni nemmeno il nostro Inno nazionale merita il rispetto di essere ascoltato e cantato in segno di unità nazionale. Ma in questi mesi ho visto anche un’Italia diversa, ho visto italiani diversi, un popolo che ha saputo tendere le mani ogni giorno agli altri senza paura di essere contagiati dall’indifferenza. Questa è l’Italia unita che può crescere e fare grandi cose».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore