Quantcast

Parabiago lancia un concorso di idee per riprogettare l’area ex Rede insieme ai ragazzi

I giovani parabiaghesi avranno tempo fino al 20 gennaio per presentare le loro proposte per il nuovo nome e per il futuro dell'edificio ponte

area ex rede parabiago

Il percorso di co-progettazione era già partito nelle scorse settimane grazie agli incontri con gli studenti e con i commercianti. Ora Parabiago fa un passo in più e chiama in causa direttamente i suoi cittadini più giovani per disegnare il futuro dell’area ex Rede, destinata a diventare il cuore pulsante della città attraverso il percorso di riqualificazione che ha preso il via lo scorso anno con l’approvazione del relativo piano attuativo da parte del consiglio comunale.

Piazza della Vittoria, infatti, in collaborazione con “Ascolto Attivo”, la professoressa Marianella Sclavi e Antonella Agnoli, in questi giorni ha lanciato il concorso di idee “Area Rede: una piazza del sapere nel cuore di Parabiago” rivolto proprio ai ragazzi, invitandoli a mettersi in gioco in prima persona per ribattezzare l’edificio ponte e per raccogliere le loro proposte e visioni sul futuro dell’immobile.

I giovani parabiaghesi, da soli o in gruppo, avranno tempo fino al prossimo 20 gennaio per preparare, con qualsiasi tecnica e con qualsiasi stile creativo, i loro elaborati, che dovranno essere consegnati all’ufficio protocollo (qui il regolamento del concorso). Sarà poi una commissione a cinque a decretare i vincitori, sulla base della fattibilità e dell’originalità delle proposte e delle istanza raccolte durante la co-progettazione. I premiati riceveranno un attestato e la commissione valuterà poi anche la possibilità di posizionare una targa con i loro nomi sull’edificio ponte.

«Il lavoro di progettazione dei nuovi spazi che stiamo pensando ci sta impegnando molto dal punto di vista della partecipazione attiva della cittadinanza – sottolinea il sindaco Raffaele Cucchi -. Come amministratori, abbiamo la necessità di raggiungere più persone possibili, soprattutto i ragazzi che saranno i maggiori fruitori di questo nuovo cuore della città che intende realizzare spazi all’avanguardia al pari di esempio europei già funzionanti ed esistenti. Invitiamo, pertanto, i ragazzi a partecipare al concorso di idee con elaborati che raccontino i loro desiderata e il loro punto di vista, ne terremo conto nel predisporre il progetto definitivo».

Il futuro dell’area si intreccerà a doppio filo da un lato con quello del PNRR, come ha confermato la delibera della giunta lombarda che colloca proprio nell’edificio ponte di via F.lli Rosselli una delle future Case di Comunità del Legnanese, e dall’altro con quella del Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare, che per l’edificio ponte di via F.lli Rosselli ha portato a Parabiago un finanziamento da 5 milioni di euro. Le idee in cantiere ci sono già e vanno dalla gaming street per i più giovani al coworking, da un teatro da 350 posti a sedere alla biblioteca, passando per spazi per le famiglie e per la formazione e soprattutto per ambienti «senza etichetta» che possano modellarsi sull’uso che se ne farà. Ora però la palla passerà ai ragazzi, che avranno un mese di tempo per dire la loro.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore