Quantcast

Rescaldina, annullato per maltempo “Street Young”

L'appuntamento con "Street Young" a Rescaldina è per sabato 29 agosto in via Matteotti, con musica, negozi aperti, street food e menù a tema

rescaldina

L’evento è stato annullato per maltempo


Street food, musica, menù a tema, negozi aperti: a Rescaldina via Matteotti si veste a festa per “Street Young”, l’ultimo appuntamento con ResTiAmo Rescaldina, il calendario di eventi estivi organizzati da Piazza Chiesa per tornare a vivere ed animare la cittadina dopo i mesi “caldi” dell’emergenza sanitaria.

Dopo i concerti a Rescalda e Rescaldina e le letture per bambini e gli appuntamenti con l’autore nel giardino della biblioteca, sabato 29 agosto la rassegna si sposta in via Matteotti, che sarà chiusa al traffico per l’occasione. All’iniziativa hanno aderito diverse vetrine che si trovano lungo la strada – non solo bar e ristoranti, ma anche parrucchieri, erboristeria, confetteria e copisteria -, per una serata che offrirà esposizioni, cibo a tema e musica, con l’esibizione tra gli altri gruppi musicali anche dei GRIN, formazione di giovani locali che alternano cover a pezzi propri.

L’obiettivo dichiarato di “Street Young” è quello di coinvolgere tutta Rescaldina, ma soprattutto i più giovani. «Si sente sempre parlare di giovani, ma poche volte per cose positive – sottolinea Mariateresa Nasta, consigliera comunale con delega alle politiche giovanili -. In questi ultimi giorni soprattutto… Come negli adulti anche fra noi giovani ci sono ragazzi non responsabili e poco rispettosi ma questo non significa che non esistano giovani responsabili e altruisti. Per questo abbiamo pensato a una serata dedicata ai giovani per dare loro uno spazio, per dimostrare come sono fatti perché come diceva il Piccolo Principe “Tutti i grandi una volta sono stati bambini”».

La serata, che punta a far vivere il paese e gli spazi pubblici, porta la firma anche della Consulta Commercio. «Cultura e commercio sono due tra i settori più colpiti in questo difficile periodo storico – spiega l’assessore alla cultura, Elena Gasparri -. Siamo convinti che si debba ripartire proprio da questi due settori. Riappropriarsi degli spazi, poterli vivere in tranquillità, va nella direzione di una “città a misura di bambino”, che poi è una città a misura di tutti, una città che diventa davvero comunità».

«Ringrazio tutte le persone, i negozianti, gli uffici che hanno collaborato all’organizzazione di queste iniziative – conclude il sindaco, Gilles Ielo -. In questo clima di incertezza, poter offrire dei momenti di svago e incontro è fondamentale per ritrovare la forza di ricostruire».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore