Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Elezioni Cerro, le reazioni dei candidati dopo i risultati

Digeriti i risultati elettorali, i candidati sindaco di Cerro Maggiore analizzano la situazione politica uscita dalle urne di domenica 10 giugno. Nuccia Berra, di Centrodestra Unito è il nuovo sindaco, l'ex primo cittadino Antonio Lazzati (Insieme con Antonio Lazzati) è stato distanziato di soli 25 voti, l'ex vicesindaco Piera Landoni è arrivata terza e il Movimento 5 Stelle vede la conferma di un proprio rappresentante in consiglio comunale. Fuori dal parlamento cittadino l'ex prima cittadina Teresina Rossetti, Alex Airoldi (Progetto Comune) e Fabio Tomasoni (CasaPound).

Per la formazione del nuovo consiglio comunale, clicca qui.

LA GIOIA DEL NEO SINDACO NUCCIA BERRA.

«È stata una vittoria sofferta contro avversari con un passato politico di spessore - la prima reazione del neo sindaco, proclamata ufficialmente nel pomeriggio di oggi, lunedì 11 -. Abbiamo lavorato per presentare il Centrodestra Unito, nonostante chi ci voleva dividere, perché solo insieme si vince. Un grazie agli amici della Lega e di Fratelli d'Italia e a tutta la mia squadra di Forza Italia. Soprattutto grazie a tutti i cittadini che ci hanno dato fiducia. Vogliamo metterci a lavorare da subito per onorare ogni singolo voto. Ci sentiamo incaricati di una grande responsabilità. Vogliamo lasciarci alle spalle i veleni della campagna elettorale e confidiamo    nell'apporto costruttivo di tutti i consiglieri comunali. Ora anche e Cerro e Cantalupo può iniziare il cambiamento. Con onestà, trasparenza e umiltà lavoreremo ogni giorno per rendere migliore e più sicuro  il nostro paese».

LA SQUADRA DI ANTONIO LAZZATI: "CI ABBIAMO CREDUTO FINO ALL'ULTIMO"

«Ci abbiamo creduto fino all'ultimo ma, purtroppo, 25 voti hanno fatto la differenza - ammettono amareggiati da Insieme con Antonio Lazzati, che raccolto 1435 voti, il 23,26% -. Siamo contenti del lavoro fatto e del programma che abbiamo presentato. Non amministreremo direttamente il nostro paese ma per i prossimi cinque anni ci troverete all'opposizione: Antonio e Calogero saranno la nostra presenza fissa e costruttiva e si adopereranno per il benessere di Cerro e Cantalupo. Cos'altro aggiungere? Non ci aspettavamo andasse così, soprattutto dopo i risultati di quasi tutti i seggi». 

PIERA LANDONI: "AUGURI A BERRA, BUON LAVORO PER IL BENE COMUNE"

«In tutta questa campagna elettorale, è stato per me appagante lavorare con una squadra umanamente molto sensibile e professionalmente preparata - il commento dell'ex vicesindaco Landoni, che con il 21% entra in consiglio comunale tra i banchi dell'opposizione insieme a Roberta C'è -. Abbiamo cercato per tutta la campagna elettorale di trasmettere proposte e pensieri positivi, purtroppo negli ultimi giorni la campagna ha preso un'altra piega  Ma questo potrà essere oggetto di riflessione solo per il futuro. Oggi abbiamo un sindaco scelto dai cittadini e il mio augurio è che il paese ritrovi tutta la serenità necessaria. Ringrazio innanzitutto i miei concittadini per la la vicinanza che hanno voluto dimostrarmi anche stavolta e faccio alla signora Berra i miei migliori auguri di buon lavoro nell'interesse del bene comune». 

EDOARDO MARTELLO; MOVIMENTO 5 STELLE: "SAREMO OPPOSIZIONE COSTRUTTIVA E DI VIGILANZA"

«Vogliamo ringraziare tutti gli elettori che ci hanno dato fiducia: 708 volte grazie - il pensiero post urne di Edoardo Martello, candidato sindaco pentastellato -. Con il vostro supporto continueremo a lavorare per migliorare Cerro Maggiore e Cantalupo. Rinnoviamo l'invito a partecipare alla vita politica del paese. Ci complimentiamo per la vittoria con la neo sindaco Sig.ra Nuccia Berra, la nostra opposizione sarà costruttiva e di vigilanza». 

TERESINA ROSSETTI: "NON SIAMO AMAREGGIATI DAL NOSTRO RISULTATO"

L'ex sidaco Teresina Rossetti ha raccolto il 9,93% dei voti. Rimane però esclusa dal consiglio comunale e risulta così la prima dei non eletti. «Siamo spiacenti per la bassa affluenza: è un segno eveidente che i cittadini cerresi e cantalupesi in questo momento si sono allontanati dalla politica locale per una serie di motivi - afferma l'ex sindaco Rossetti -. Per quanto rigaurda il risultato di questa elezione, invece, devo dire noi non siamo amareggiati dal nostro risultato, non ci sentiamo dei perdenti ma al contrario. Se si considera che non abbiamo avuto appoggi politici, siamo partiti da una posizione quasi di svantaggio e abbiamo ottenuto molto, soprattutto la possibilità di farci ascoltare. Ringrazio di cuore sia i candidati che i cantalupesi e i cerresi che hanno dato fiducia a questa squadra. La nostra è una squadra fantastica: siamo partiti come semplici compagni di viaggio e alla fine siamo arrivati come amici. Al nuovo sindaco auguriamo che possa portare avanti il suo impegno senza condizionamenti e riesca veramente quella svolta a cui tanto aspira. Noi dal di fuori del consiglio comunale seguiremo certamente l'operato della nuova amministrazione da cittadini vigili e impegnati. E' nostra intenzione portare avanti le persone che sono all'interno del nostro gruppo, in particolare i giovani, e seguire un percorso con loro in modo che chiunque al nostro interno abbia ancora voglia di farlo, per le prossime elezioni, sia pronto». 

AIROLDI, PROGETTO COMUNE: "FAREMO CRESCERE CHI SI E' SPESO IN QUESTE ELEZIONI"

«Siamo soddisfatti perché comunque contro tutti siamo al 7,5 % senza simboli - la riflessione di Alex Airoldi, Progetto Comune -. Auguriamo buon lavoro ai vincitori e registriamo una affluenza molto scarsa alla urne, specie dopo un commissariamento, quindi crediamo che vada recuperato un dialogo ed una partecipazione con la cittadinanza, che ci pare sia ormai stanca e si rifugi nel non voto». Airoldi garantisce impegno e lavoro anche se fuori dal consiglio comunale, «anche per rispetto di una percentuale certamente non indifferente di popolazione. Vedremo magari di ridare una struttura al gruppo, dove io possa riposarmi un po' e non rimanere in trincea, ma facendo crescere chi si è speso in questo elezioni». 

FABIO TOMASONI: "ANCHE SE FUORI DAL CONSIGLIO COMUNALE SEMPRE AL SERVIZIO DEL CITTADINO E DEL PAESE"

Garantisce impegno e lavoro, anche se fuori dalle mura del parlamento cittadino, anche Fabio Tomasoni, candidato sindaco di CasaPound. «Saremo comunque sempre al servizio del cittadino e del paese come giusto che sia - fa sapere Tomasoni - e saremo vigli sulle iniziative». «Il giorno successivo alle elezioni è sempre contornato da felicitazioni, arrabbiature, amarezze, ma che comunque non devono pervadere nelle proprie coscienze- scrive Tomasoni -; io in prima persona, sperando di scegliere le parole giuste ed adatte alla mia squadra, il valore della mia squadra, al valore delle persone, che in questa lunga campagna elettorale hanno dato il meglio di sè, hanno dato valore aggiunto alla mia persona, al mio carisma, al mio carattere, ma sempre consapevoli del ruolo a cui ci stavamo mettendo. Grazie per avermi fatto vivere questa emozione qualunque sia stato il risultato. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in noi, quella parte di popolazione che ha creduto nei nostri ideali e per i quali abbiamo fatto delle scelte. Grazie alle altre forze politiche in campo, tutte scese in campo, per un motivo univoco.... il bene di Cerro Maggiore e Cantalupo; infine, ma che necessita tutto il nostro plauso ai vincitori, la Berra ed il suo gruppo che con caparbietà ed impegno hanno raggiunto il loro obbiettivo e pre i prossimi 5 anni saranno i nostri referenti.... complimenti a Berra, complimenti ad ognuno di Voi ed un festoso buon lavoro dalla Lista Civica " Noi per Cerro Maggiore e Cantalupo - Casapound"». 

(Chiara Lazzati)