Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il calcio giovanile a S.Vittore Olona? Impossibile!

A seguito delle considerazioni di un lettore sulla sospensione dell'attività giovanile del Mocchetti (cliccare qui per la lettera), di seguito la dettagliata risposta del presidente Pietro Belfanti


Gentilissimo signor Toia, ho letto e riletto più volte la sua lettera, e pur non condividendone totalmente il contenuto per le motivazioni che andrò a spiegare, non posso esimermi dal ringraziarla per avermi offerto uno spunto, un “la” atto a scardinare e vincere l’emotività che è in me sin dallo scorso 7 giugno e che mi ha impedito di prendere carta e penna e rendere note pubblicamente le motivazioni che hanno costretto, ripeto e sottolineo costretto, il sottoscritto ed i suoi dirigenti e ad sospendere l’attività del settore giovanile del Mocchetti, in tale data.
Lei, gentilissimo signor Toia, così come tutti gli altri tesserati del Mocchetti, eravate a conoscenza già da inizio stagione che la nostra Società avrebbe potuto beneficiare, fors’anche dalla stagione in corso 2018-2019, ma certamente a partire dal settembre 2019, dei tanto attesi nuovi impianti sportivi Roma e Malerba, e per nuovi intendo campo a 11 in erba sintetica, spogliatoi, bar, ristorante. 
In sostanza, tutto quanto rientra nelle sacrosante aspettative di una società di calcio ambiziosa e strutturata e soprattutto nelle aspettative dei suoi tesserati (e ancor più, me lo conceda, dei suoi genitori…)
Ne eravate a conoscenza in quanto il sottoscritto, titolare della EDILIMPIANTI Srl, Società che in associazione temporanea con altre imprese si era aggiudicata nel settembre dell’anno 2018 (ha letto bene, settembre 2018…) l’appalto per la ristrutturazione degli impianti in questione, in più di una circostanza durante l’anno sportivo in corso aveva rappresentato a tutti quanti voi, genitori-tesserati la valenza e l’importanza di quanto in arrivo, ed essendone attore primo nella realizzazione, anche permettendosi il lusso di assicurare, e di persona,  a tutti quanti, il completamento dei lavori per l’inizio della stagione sportiva 2019-2020
D’altronde, come ho premesso, l’appalto era  datato settembre 2018, e quindi con un più che indiscutibile sufficiente tempo per iniziare e completare i lavori previsti. 
Qui mi fermo, i fatti sono sotto gli occhi di tutti, gli impianti di San Vittore Olona sono fermi da quella data, e se lei gentilissimo signor Toia volesse approfondire sulle motivazioni di questo fermo, potrebbe rivolgersi a chi di dovere in Comune. 
Da qui in avanti non le parla più il Presidente del Mocchetti ....ma le parla Pietro Belfanti. 
Parla a lei e a quella moltitudine di tesserati che si sono trovati nella spiacevole condizione, a giugno però e non a settembre, di cercarsi una nuova squadra, cosa riuscita peraltro con molta facilità a tutti quanti voi. O no?
Comunque, cosa si doveva fare? Rischiare di convocare tutte le nostre squadre per settembre e poi dover spiegare a tutti una situazione irrisolvibile che, haimè, il sottoscritto aveva potuto, rassegnandosi dopo 1000 battaglie, appurare soltanto alla fine di maggio? Ha mai provato lei a chiedere,nei dintorni, la disponibilità di un campo in affitto per una squadra? Bene, adesso provi a chiederlo per una ventina di squadre!
È vero, avrei potuto convocare una “fredda” conferenza stampa, oppure scrivere quattro righe sul nostro sito, ciò non è stato fatto e me ne scuso pubblicamente.
Ma la verità, tra le lacrime, è che non ce l’ho fatta, perché il solo doverne parlare, a chi, dirigenti-tesserati-genitori ha riposto negli anni fiducia in tutto il gruppo di lavoro del Mocchetti, dovendo ammettere una colpa che non c’era, per chi ha dato tutto il proprio cuore e il proprio sentimento alla causa del Mocchetti come il sottoscritto, non è stato possibile.  In quel momento era troppo. C’era e c’è stata solo ed esclusivamente la volontà di troncare una maledetta situazione, cercando di limitare al minimo i danni per i propri ragazzi. 
E lei si permette di parlare a me di rabbia…
Ad ogni buon conto, sempre gentilissimo signor Toia, sappia che il 7 giugno il sottoscritto ha chiamato personalmente uno ad uno tutti i propri dirigenti ed allenatori (se vuole, posso metterla in contatto con tutti loro) spiegando e circostanziando a ciascuno di essi le motivazioni suesposte, con preghiera di rappresentarle a tutti quanti voi, quindi è sbagliato parlare di mancato preavviso… come è altrettanto sbagliato parlare di stagione interrotta quando invece vi è stata data la possibilità di finire tutti i tornei regolarmente, quindi concludendo tutti quanti la stagione.
Cosa che è stata fatta.
Quindi, come si permette a parlarmi di correttezza?
E comunque, me ne dia atto, anche con tutta la mia buona volontà, non avrei potuto parlare e spiegare personalmente a 300 persone...
Quanto ai valori etici e sportivi dimostrati nel corso di questi ultimi 15 anni, beh, ancora gentilissimo signor Toia, dovrà convenire con me che, se nella prima squadra, negli ultimi tre anni, hanno trovato e trovano spazio giocatori come Gianfranco Lo Parco, Emanuele Ruggiero, Vittorio Giglio, Dennis Rizzo, Davide Maderna, Lorenzo e Leonardo Melina, e altri ancora, ovvero tutti ragazzi ai quali il sottoscritto presidente Pietro Belfanti, nonchè il vicepresidente Francesco Colombo, ed ancora il direttore generale Francesco Scassa nonché ancora il consigliere Luigi Dellavedova, hanno insegnato ad allacciarsi le scarpe quando avevano cinque-sei anni, lei ha letto bene signor Toia,  cinque-sei anni… e oggi ne hanno 20 e vestono ancora orgogliosamente la maglia nero-granata in prima squadra avendo fatto la trafila in tutte le nostre squadre giovanili, beh, nel chiedere ancora scusa a lei e a tutti per non aver reso pubblico prima d’oggi questo testo…, credo di poterle dire pubblicamente che anche lei ha sbagliato qualcosa. 
I valori etici e sportivi del Mocchetti hanno arricchito, ed arricchiranno ancora negli anni a venire, tanta gioventù.
Ringraziandola ancora, con immutata stima, a nome e per conto di tutto lo staff dirigenziale del Gs

Mocchetti, il presidente Pietro Belfanti