Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ritardi in ospedale: "Un po’ più di tolleranza, non siamo un’auto officina"

Egr. Direttore
 Sono un medico dell’ospedale di Legnano e preciso subito che non lavoro in gastroenterologia, vorrei ricordare al signore che ha protestato per l’attesa per una gastroscopia, che gli esami programmati subiscono variazioni di orario semplicemente perchè il paziente che ci precede potrebbe necessitare di procedure inattese e che richiedono più tempo del previsto. In quanto ai suoi impegni dopo l’esame ricordo che lo stesso viene eseguito in sedazione, pertanto é fortemente sconsigliato dedicarsi ad alcunché dopo la procedura tanto è vero che viene consigliato di venire accompagnati per l’esame e di non guidare dopo. Forse un po’ più di tolleranza pensando che non siamo in un’auto officina sarebbe utile

Con i migliori auguri

Massimo Pagani


Buongiorno, rispondo al commento del Dott. Massimo Pagani, in merito alla mia segnalazione relativa ai ritardi per gastroscopia.

1- Dato che, Lei, Dott. Pagani, non è del reparto ove si effettuano gastroscopie (come da Lei stesso affermato) non credo possa avere precisa contezza delle modalità organizzative e delle tempistiche di esecuzione di tali tipologie di esami;

2- come ho esposto nella mia segnalazione, l’appuntamento mi è stato fissato per le ore 8.40. Domanda: quali pazienti mi avrebbero preceduto? Quelli che hanno effettuato l’esame alle 3 di notte? (l’inizio di tali esami, se non vado errato, è fissato per le ore 8.30);

3 – Il fatto che mi venga consigliato di non svolgere attività lavorativa o che, comunque, richieda sforzo, nella giornata in cui si effettua l’esame clinico, non autorizza a ritardare l’esame di circa un’ora e mezza.

Concludo precisando che, certamente, la tolleranza ed il buon senso non mi mancano, ma credo sia ben diverso attendere 15/20 minuti, dall’attendere per più di un’ora.

Grazie.

Stefano Gobbi